EGO e EGO PRIME

EGO e EGO PRIME

FreeGO

FreeGO

X-RAY R

X-RAY R

Eclipse System

Eclipse System

Collettori piani

Collettori piani

Sistemi solari a circolazione forzata

Sistemi solari a circolazione forzata

Sistemi Free

Sistemi Free

Centraline solari

Centraline solari

Stazioni solari

Stazioni solari

Moduli sanitari

Moduli sanitari

Accessori solare termico

Accessori solare termico

ULTRA

ULTRA

Bollitori e accumuli High-performance

Bollitori e accumuli High-performance

Bollitori e Accumuli High-competition

Bollitori e Accumuli High-competition

Accessori bollitori e accumuli

Accessori bollitori e accumuli

Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

Tubazioni Riscaldamento: l’Affidabilità firmata Pleion

Tubazioni Riscaldamento: l’Affidabilità firmata Pleion

Collettori

Collettori

Gruppi di distribuzione Pleion: Affidabilità, Potenza e Durata

Gruppi di distribuzione Pleion: Affidabilità, Potenza e Durata

Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

Termoregolazione

Termoregolazione

Accessori tecnologie integrate

Accessori tecnologie integrate

Kit Fotovoltaico

Kit Fotovoltaico

Moduli

Moduli

Inverter

Inverter

Batterie di Accumolo

Batterie di Accumolo

Accessori e Fissaggi

Accessori e Fissaggi

Solare termico a circolazione naturale



Il sistema a circolazione naturale è un sistema che sfrutta per il suo funzionamento la legge di gravità e la differenza di densità tra il fluido freddo e quello caldo. Il fluido che si riscalda, diminuisce la sua densità, espandendosi e spostandosi sulla parte superiore del collettore. Nella parte superiore del collettore si trova il serbatoio o l'attacco di uscita dell'acqua (in caso di serbatoio integrato).
La circolazione naturale degli impianti si definisce tale proprio perché non richiede l’intervento di una pompa di circolazione.
Analogamente ai sistemi a circolazione naturale, nel pannello smart EGO non è necessario nessun circolatore, in quanto il sole riscalda direttamente l’acqua sanitaria che fluisce attraverso il pannello grazie alla pressione di rete.

Nella gamma di sistemi a circolazione naturale Pleion non si fa utilizzo di un fluido termovettore ma è l'acqua a essere riscaldata direttamente all'interno del collettore.


Le caratteristiche di EGO e EGO PRIME


EGO ed EGO PRIME si differenziano per il materiale con cui è fabbricato il telaio di contenimento e la cornice. La resa tecnologica e delle prestazioni sono invariate.


LEXAN®


Il solare termico EGO e EGO PRIME abbandona il vetro per un materiale più leggero e più resistente: il LEXAN®.
La nuova lastra in LEXAN®:

- Riduce la dispersione di calore

- Elimina l’effetto condensa

- Resiste maggiormente alle intemperie

Leggerezza


Il solare termico EGO e EGO PRIME è più leggero del 40% rispetto ai pannelli solari termici tradizionali, grazie alla combinazione di nuovi materiali. Ne consegue una maggiore facilità e velocità di installazione, nonché una minore preoccupazione durante l’installazione.

Bellezza


Il solare termico EGO è dotato di una cornice facilmente rimovibile, dal design adattabile a qualsiasi contesto architettonico. La cornice removibile permette una rapida installazione e una facile manutenzione.
Il solare termico EGO e EGO PRIME è dotato di staffe di sostegno leggere ed eleganti, create con un materiale 100% riciclabile. La leggerezza delle staffe facilita il montaggio e agevola il trasporto.

Resistenza


Il solare termico EGO e EGO PRIME che non soffre di problematiche come la scarsa resistenza alla corrosione di acque particolarmente aggressive o di problemi di resistenza alla pressione.
L’accumulo di acqua sanitaria è realizzato con una innovativa lega inox capace di resistere alla corrosione anche delle acque più aggressive.
Le calotte del solare termico sono costruite in speciale materiale plastico arricchito con fibra di vetro e completamente riciclabili.

Misure


Il solare termico EGO e EGO PRIME è disponibile in 5 misure, ciascuna studiata per soddisfare perfettamente le richieste di benessere e risparmio del cliente.
EGO 110 – EGO 150 – EGO 180 – EGO 220 – EGO 260.

Colorazioni


Il solare termico EGO è disponibile in 2 colorazioni: Bianco lunare e Rosso Coppo.
Il solare termico EGO PRIME è disponibile in 3 diverse colorazioni: Bianco lunare, Rosso Coppo e Alluminio.


Solare termico a circolazione naturale: domande frequenti


Che differenza c’è tra impianti a circolazione naturale e forzata?


La differenza principale tra un sistema a circolazione naturale e un sistema a circolazione forzata riguarda il modo in cui il fluido riscaldato circola all'interno dell'impianto solare. Nel solare termico a circolazione naturale, la circolazione del fluido è messa in atto dalle semplici leggi della fisica, invece solare termico a circolazione forzata viene aggiunto un dispositivo che funziona grazie all'energia elettrica: lapompa di circolazione.
Ulteriori dettagli che differenziano i due sistemi a circolazione naturale e a circolazione forzata qui.

Quali sono i vantaggi del sistema a circolazione naturale?


Il sistema solare a circolazione naturale è decisamente vantaggioso nei periodi estivi e nelle zone climatiche a elevato irraggiamento. L'assenza di un serbatoio all'interno dell'abitazione e dunque al riparo dalle intemperie e dagli abbassamenti di temperatura notturni, lo rendono inadatto ai climi freddi. Il sistema solare a circolazione naturale offre un buon rendimento soprattutto nei climi miti.
I maggiori vantaggi sono:
  • Manutenzione ridotta
  • Costi ridottiper l'installazione e la manutenzione
  • Spazi ridotti dal momento che non necessita di un vano tecnico interno per il bollitore

Dove è possibile installare il solare termico?


Il solare termico EGO e EGO PRIME può essere installato ovunque, con una perfetta integrazione architettonica. Con il doppio fissaggio incluso è possibile installarlo ovunque: sia su tetti inclinati, sia su superfici piane.

Quanto rende il solare termico a basse temperature?


È possibile integrare al sistema solare un accessorio chiamato EGO SOLAR BANK.
EGO SOLAR BANK è un accessorio progettato per essere abbinato ai collettori solari EGO ed EGO PRIME allo scopo di garantire una maggiore riserva di acqua calda sanitaria di origine solare.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

EGO - EGO e EGO PRIME

EGO

EGO PRIME - EGO e EGO PRIME

EGO PRIME

EGO SOLAR BANK - EGO e EGO PRIME

EGO SOLAR BANK

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Collettori solari sottovuoto

Il collettore solare sottovuoto è un sistema di captazione dell'energia dell'impianto solare termico caratterizzato da elevata efficienza e versatilità, ideale per la produzione di acqua calda sanitaria, integrazione all'impianto di riscaldamento e produzione di acqua di processo per l'industria e applicazioni simili.

Come funziona un collettore solare sottovuoto

Conosciuto anche con il nome di pannello solare sottovuoto, il collettore sottovuoto è un sistema di captazione dell’energia solare che, inserito in un impianto solare termico, ha la funzione di catturare l'energia delle radiazioni solari e trasformarle in energia termica.

Questi pannelli, all'interno di impianti a circolazione forzata, possono essere preferiti ai pannelli solari piani per via dell'elevata efficienza nei mesi più freddi e per la maggiore versatilità di posizionamento.

Nel collettore solare sottovuoto è prevista la presenza di tubi in vetro che, in modo del tutto simile a quanto avviene con i comuni thermos, sono in grado di sfruttare le capacità isolanti del vuoto e di garantire, in questo modo, una minor dispersione delle radiazioni solari e una maggiore efficienza a temperature più fredde. La metallizzazione multistrato presente nel tubo è in grado di catturare le radiazioni solari dirette e diffuse, trasformandole in energia termica da trasferire all'acqua del circuito solare. Il calore ottenuto è trasferito a un circuito idraulico in rame ad "U" che garantisce elevate prestazioni e permette di approfittare di una minima dispersione termica.

Grazie al collettore solare sottovuoto, il fluido termovettore presente nel circuito primario dell'impianto solare trasferisce calore a un bollitore solare nel quale avviene il trasferimento di calore all'acqua calda sanitaria. Il risultato è la disponibilità di acqua calda gratuita in tutti i mesi dell'anno, con un risparmio in bolletta e una minor produzione di CO2.

Caratteristiche di un collettore solare sottovuoto

I collettori solari Pleion non sono come gli altri. All'interno della nostra gamma di collettori solari sottovuoto trovi modelli robusti ed efficienti, adatti a qualsiasi installazione. Ecco le caratteristiche dei nostri pannelli solari:

Elevata efficienza

Grazie all'elevata efficienza, i pannelli solari sottovuoto possono essere utilizzati per la produzione di acqua calda sanitaria, per l'integrazione al proprio impianto di riscaldamento a pannelli radianti e per la produzione di acqua di processo.

Versatilità di installazione

I pannelli solari sottovuoto hanno un'elevata versatilità per quanto riguarda il posizionamento. Possono essere installati su superfici inclinate non perfettamente orientate a sud e anche in zone dall'irraggiamento non ottimale.

Elevate performance anche durante la stagione invernale

Grazie all'elevata efficienza, i pannelli solari sottovuoto registrano migliori performance rispetto ai pannelli solari piani soprattutto nei mesi freddi o in zone meno soleggiate.

Modelli disponibili

Nell'assortimento di collettori solari sottovuoto della gamma X-Ray R trovi modelli resistenti e compatti, realizzati con materiali di alta qualità e adatti a qualsiasi installazione.

X-Ray 10R

X-Ray 10R è il collettore solare ad alta efficienza per la produzione di acqua calda sanitaria, di acqua di processo e per integrazione al riscaldamento, costituito da 10 tubi sottovuoto del diametro esterno di 58 mm. Le ottime performance sono assicurate anche nella stagione invernale, grazie all’efficiente sistema sottovuoto dal funzionamento perfetto anche a basse temperature.

X-Ray 15R

X-Ray 15R è il collettore solare ideale per essere abbinato a impianti di grande superficie. Il collettore, costituito da 15 tubi sottovuoto del diametro esterno di 58 mm, garantisce performance al top anche durante la stagione invernale, grazie all’efficiente sistema sottovuoto adatto al funzionamento a basse temperature.

X-Ray 18R

X-Ray 18R è il collettore solare ideale per essere abbinato a impianti di grande superficie. Il collettore, costituito da 18 tubi sottovuoto del diametro esterno di 58 mm, garantisce performance al top anche durante la stagione invernale, grazie all’efficiente sistema sottovuoto adatto al funzionamento a basse temperature.

X-Ray 21R

X-Ray 21R è il collettore solare ideale per essere abbinato a impianti di grande superficie. Il collettore, costituito da 21 tubi sottovuoto del diametro esterno di 58 mm, garantisce performance al top anche durante la stagione invernale, grazie all’efficiente sistema sottovuoto adatto al funzionamento a basse temperature.

Pannelli solari sottovuoto: domande frequenti

Nei seguenti paragrafi troverai le domande più frequenti che riceviamo sui collettori solari sottovuoto. Se hai qualche dubbio ulteriore, non esitare a contattarci. Conoscere meglio questa tecnologia ti aiuterà a effettuare una scelta più consapevole.

A cosa serve il collettore solare?

Il pannello solare termico, anche detto collettore solare, è un sistema che permette la captazione delle radiazioni solari e la loro trasformazione in energia termica. Grazie al collettore solare è possibile produrre acqua calda sanitaria o integrare il proprio sistema di riscaldamento a pannelli radianti, con benefici in termini di risparmio economico e di riduzione delle emissioni di gas serra.

Il collettore del sistema a circolazione forzata può essere di due tipi: piano o sottovuoto. Si tratta di due tipi di modelli che, in modo diverso, raggiungono lo stesso obiettivo: la produzione di acqua calda gratis dal sole.

Qual è la differenza tra collettore solare piano e sottovuoto?

In base alla loro tipologia costruttiva, i pannelli solari si suddividono in pannelli piani vetrati e pannelli a tubi sottovuoto. Ciascuna di queste tipologie ha diverse caratteristiche e si adatta a diverse esigenze. Mentre il collettore solare piano si compone di un assorbitore di luce che trattiene i raggi solari e trasmette il calore al fluido termovettore, il collettore sottovuoto prevede dei tubi in vetro che sfruttano le capacità isolanti del vuoto per prevenire la dispersione di calore.

Come è possibile evitare la stagnazione del collettore solare?

A fronte di una maggiore efficienza termica, il collettore solare sottovuoto ha anche un maggior rischio di stagnazione. Grazie all'efficiente sistema antistagnazione Eclipse System, è possibile installare il solare termico con collettori X-Ray R anche in edifici che sono abitati solo per alcuni mesi, come ad esempio seconde case. Il sistema, al raggiungimento della temperatura di 85° C, chiude automaticamente le parabole integrate bloccando le radiazioni infrarosse ed evitando il surriscaldamento del liquido termovettore.

Quanto costa un collettore solare sottovuoto?

Il costo di un collettore solare sottovuoto X-Ray R dipende dalle dimensioni e dalla presenza o meno del sistema antistagnazione Eclipse System. Bisogna inoltre considerare che il costo dei pannelli è solo una parte, seppure rilevante, del costo dell'intero impianto solare termico, nel quale sono previsti altri componenti, come la centralina, il circuito solare e il boiler.

Grazie a un preventivo accurato, che includa anche costi di installazione, a una corretta previsione dei consumi e una precisa analisi delle caratteristiche della tua abitazione, sarai in grado di farti un’idea realistica rispetto al ritorno sull'investimento iniziale, per una scelta serena e consapevole.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

X-RAY 10R - X-RAY R

X-RAY 10R

X-RAY 15R - X-RAY R

X-RAY 15R

X-RAY 18R - X-RAY R

X-RAY 18R

X-RAY 21R - X-RAY R

X-RAY 21R

Collettori sottovuoto con sistema antistagnazione Eclipse

Il collettore solare sottovuoto X-Ray R è il sistema di captazione dell'energia ideale per zone con irraggiamento non costante, per l'integrazione al riscaldamento o per impianti che richiedono temperature più elevate. Rispetto ai collettori solari piani, che hanno un'ottima resa estiva e un minor rendimento in inverno, con il collettore sottovuoto si riesce ad ottenere una resa energetica più omogenea nel corso dell'anno.

Questo è reso possibile grazie alle capacità isolanti del vuoto sfruttate da questa tecnologia, alla presenza di uno speciale assorbitore in alluminio, posizionato nei tubi in vetro, e del circuito idraulico in rame ad "U" che riceve calore dall'assorbitore stesso. Grazie al sistema di captazione di X-Ray R si ottiene una minore dispersione delle radiazioni solari e un'elevata efficacia dell'impianto solare termico anche durante la stagione invernale.

Perché abbinare un sistema antistagnazione al proprio collettore solare sottovuoto

Proprio a causa dell'elevata efficacia di questo sistema di captazione dell'energia, i pannelli sottovuoto possono essere soggetti a stagnazione, ovvero surriscaldarsi nei periodi prolungati di inutilizzo (come avviene ad esempio per le seconde case) o per quegli impianti che, pur correttamente dimensionati per la stagione fredda, producono troppo calore in estate. Un'opzione per evitare la formazione di stagnazione nel collettore solare sottovuoto è quella di utilizzare il calore in eccesso per riscaldare una piscina, creando un ambiente piacevole per il relax e il divertimento.

Tuttavia, se questa opzione non è disponibile, Pleion ha brevettato un sistema antistagnazione altamente efficace, Eclipse System, che può essere abbinato ai pannelli sottovuoto della linea X-Ray R per garantire un funzionamento ottimale del sistema.

Che cos'è un sistema antistagnazione?

Un sistema antistagnazione è un dispositivo che, abbinato a un collettore sottovuoto, ne impedisce il surriscaldamento evitando che l'eccessivo accumulo di calore danneggi l'impianto o parti di esso.

Come funziona il sistema antistagnazione Eclipse System

Eclipse System è un innovativo sistema di oscuramento brevettato progettato per garantire la massima efficienza e sicurezza del collettore solare sottovuoto. Il sistema è in grado di rilevare automaticamente una sovratemperatura del pannello e di intervenire immediatamente per raffreddarlo.

Una volta raggiunta la temperatura di sicurezzail sistema chiude il parabolico bloccando le radiazioni infrarosse, proteggendo così il pannello dal danneggiamento e garantendo un funzionamento ottimale del sistema.

Collettori con sistema antistagnazione: quando sceglierli

L'utilizzo del sistema antistagnazione Eclipse System è particolarmente raccomandato per:

  • Impianti solari termici utilizzati per il riscaldamento invernale che risultano sovradimensionati durante i mesi estivi a causa dell'elevata produzione di calore;
  • Impianti installati in case vacanza o seconde case che non vengono utilizzate per gran parte dell'anno;
  • Impianti che sono soggetti a un elevato irraggiamento solare, come quelli situati in zone calde o con alti livelli di radiazione solare.
Il sistema Eclipse System aiuta a garantire che l'impianto funzioni in modo ottimale e sicuro, evitando il surriscaldamento e garantendo una maggiore durata dell'impianto.

Esplora i prodotti presenti nel catalogo o contattaci per avere maggiori informazioni.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

X-RAY 10R + Eclipse System - Eclipse System

X-RAY 10R + Eclipse System

X-RAY 15R + Eclipse System - Eclipse System

X-RAY 15R + Eclipse System

X-RAY 18R + Eclipse System - Eclipse System

X-RAY 18R + Eclipse System

X-RAY 21R + Eclipse System - Eclipse System

X-RAY 21R + Eclipse System

Collettore solare piano

Il collettore solare piano è una tecnologia che coniuga buoni rendimenti e costi accessibili, ideale per la produzione di acqua calda per uso sanitario.

Come funziona un collettore solare piano

Conosciuto anche con il nome di pannello solare piano, il collettore solare piano è un sistema di captazione dell’energia solare che, all’interno di un impianto solare termico, ha la precisa funzione di catturare le radiazioni solari per trasformarle in energia termica.

Questi pannelli, montati come componenti di un sistema solare a circolazione forzata, sono scelti soprattutto per l’elevato rendimento in condizioni di buon irraggiamento e per la notevole versatilità a fronte di costi contenuti per l’acquisto e la manutenzione.

Il funzionamento di un collettore piano è molto semplice. All’interno del pannello, coperto da una lastra di vetro, si trova un assorbitore di calore. Questo assorbitore è costituito da una superficie captante con caratteristiche selettive, in grado cioè di catturare e trattenere le radiazioni solari in modo molto efficiente. Il calore così ottenuto viene ceduto per conduzione a un fluido termovettore che alimenta il circuito primario del nostro impianto, oppure, nei pannelli a flusso diretto come EGO ed EGO Prime, direttamente all’acqua sanitaria. Il risultato è la disponibilità di acqua calda gratuita proveniente dal sole a fronte di bassissimi costi di messa in opera e manutenzione.
[INFO2]

Caratteristiche

I collettori piani non sono tutti uguali. All’interno della gamma di collettori Pleion trovi modelli solidi e versatili, adatti a qualsiasi tipo di installazione. Ecco le caratteristiche dei nostri pannelli solari:

Robustezza e design elegante

Tutti i nostri modelli di collettore solare sono realizzati con i materiali migliori, per un’elevata affidabilità e una resistenza nel tempo garantita.

Facilità d’installazione

I collettori solari piani della gamma Pleion sono facili da installare. Sfoglia il catalogo online per scoprire tutti i modelli e gli accessori disponibili.

Installazione versatile

I nostri collettori possono essere montati sia tu superficie piana che sul tetto inclinato con tegola (anche integrato nel tetto) e su facciata, per un’ottima resa indipendentemente dalla configurazione del vostro edificio.

Modelli disponibili

All’interno del nostro assortimento di collettori solari piani trovi modelli resistenti e compatti, realizzati con materiali di alta qualità e adatti a qualsiasi installazione.

Uniko P21: elevata efficienza in spazi ridotti

Uniko P21 è il collettore solare piano ad alta efficienza da 2,06 m² e 4 attacchi da 3/4’’, adatto all’installazione in verticale e orizzontale. Con assorbitore in alluminio, telaio in alluminio composto da profili saldati, circuitazione interna in rame e innovativo vetro prismatico che massimizza la quantità di radiazione solare assorbita.

KSF P26: grande superficie, alto rendimento

KSF P26 è il collettore solare ad alta efficienza, di grande superficie da 2,62 m² e 4 attacchi da 3/4’’, adatto all’installazione in verticale e orizzontale. Con assorbitore in alluminio, telaio in alluminio composto da profili saldati, circuitazione interna in rame e innovativo vetro prismatico che massimizza la quantità di radiazione solare assorbita.

KSF M25: convenienza e versatilità

KSF M25 è il collettore solare piano da 2,43 m² adatto all’installazione in verticale e orizzontale. La circuitazione interna in rame ad arpa univa, consente il massimo scambio termico e ridotte perdite di carico, con conseguente risparmio energetico.

KSF D25: solidità e grande superficie

Il collettore piano KSF D25 è particolarmente robusto, grazie al telaio in profilo di alluminio rinforzato e saldato e al vetro di 4 mm di spessore. Inoltre, è facile da installare e collegare grazie alle connessioni con tubo in rame da 22 mm di diametro.

Collettori solari: domande frequenti

Nei seguenti paragrafi abbiamo raccolto alcune delle domande più frequenti che i nostri tecnici ricevono sui nostri collettori solari piani. Conoscere meglio questa tecnologia può aiutare il consumatore ad effettuare una scelta d’acquisto più consapevole e, soprattutto, conveniente.

A cosa serve il collettore solare?

Il pannello solare termico, anche detto collettore solare, è un sistema che permette la captazione delle radiazioni solari e la loro trasformazione in energia termica. Grazie al collettore solare è possibile produrre acqua calda sanitaria o integrare il proprio sistema di riscaldamento a pannelli radianti, con benefici in termini di risparmio economico e di riduzione delle emissioni di gas serra.

Il collettore del sistema a circolazione forzata può essere di due tipi: piano o sottovuoto. Si tratta di due tipi di modelli che, in modo diverso, raggiungono lo stesso obiettivo: la produzione di acqua calda gratis dal sole.

Qual è la differenza tra collettore solare termico e sottovuoto?

I pannelli solari termici possono variare in base a diverse caratteristiche. Mentre per quanto riguarda il modo di funzionamento possiamo avere collettori solari a flusso diretto, a circolazione naturale o a circolazione forzata, per quanto riguarda la tipologia costruttiva abbiamo pannelli piani vetrati o pannelli a tubi sottovuoto.

Non esiste un pannello solare migliore dell’altro: ciascuna tipologia ha un funzionamento diverso e risponde a diverse caratteristiche.

Il collettore solare piano è costituito da un assorbitore di luce che ha la funzione di trattenere i raggi infrarossi e di trasmettere il calore al fluido termovettore. Diversamente, il collettore solare termico sottovuoto prevede dei tubi in vetro che, in modo simile a quanto avviene nei comuni thermos, sfruttano le capacità isolanti del vuoto permettendo una minore dispersione del calore.

In generale, il collettore solare sottovuoto ha una maggiore efficienza, ma anche un costo più elevato e un maggior rischio di stagnazione (qualora non siano presenti sistemi efficaci antistagnazione come Eclipse System), ed è pertanto consigliato in zone dove le temperature sono più fredde, dove è presente un irraggiamento meno costante o nei casi in cui, più semplicemente, vi sia un elevato fabbisogno di acqua calda sanitaria. In altri casi, e soprattutto nei mesi estivi, le performance dei due sistemi tendono ad equivalersi.

Il collettore solare permette di avere acqua calda gratis?

Certamente, con un impianto solare termico è possibile coprire dal 50 al 70% del fabbisogno di acqua calda sanitaria nei periodi di maggior irraggiamento. Nei modelli a flusso diretto, come Ego e Ego Prime, l’acqua calda sanitaria è riscaldata direttamente nel circuito all’interno del pannello, mentre nei pannelli a circolazione naturale di tipo Free e nei modelli a circolazione forzata il calore viene trasmesso a un fluido termovettore, composto da una miscela di acqua e glicole, che va a sua volta a riscaldare l’acqua sanitaria.

Quanto costa un collettore solare piano?

Il costo di un collettore solare piano dipende dalla tipologia e dalle dimensioni. Bisogna considerare, inoltre, che il costo dei pannelli è solo una parte, seppure rilevante, del costo dell’intero impianto solare termico, nel quale bisogna includere anche i costi di installazione.

Grazie a un preventivo accurato e a un’analisi dei consumi previsti e delle caratteristiche della tua abitazione, sarai tuttavia in grado di farti un’idea realistica rispetto al ritorno sull’investimento iniziale e sui tempi di ammortamento, per una scelta ponderata e consapevole.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

UNIKO P21 - Collettori piani

UNIKO P21

KSF P26 - Collettori piani

KSF P26

KSF M25 - Collettori piani

KSF M25

KSF D25 - Collettori piani

KSF D25

Sistemi solari termici a circolazione forzata

Grazie ai sistemi solari Pleion a circolazione forzata, è possibile sfruttare appieno l'efficienza e la qualità della tecnologia Pleion con soluzioni adatte a qualsiasi esigenza. Scopri i nostri sistemi solari a circolazione forzata per la produzione di acqua calda sanitaria, integrazione con l'impianto di riscaldamento, riscaldamento di una piscinae produzione di calore di processo. Scegli la tua soluzione personalizzata e inizia a risparmiare oggi, con Pleion.

Che cos'è un sistema a circolazione forzata

Il sistema solare termico a circolazione forzata è un'opzione efficiente e sostenibile per produrre acqua calda sanitaria e per riscaldare la casa utilizzando l'energia del sole. Con questo sistema, è possibile del sole per soddisfare le esigenze energetiche della propria abitazione in modo rispettoso dell'ambiente, riducendo la dipendenza dalle fonti tradizionali di energia e contribuendo a ridurre le emissioni di CO2.
Rispetto al sistema a circolazione naturale, il sistema solare a circolazione forzata ha una struttura più complessa, che prevede l'installazione di:

  • Uno o più collettori solari piani o sottovuoto;
  • Un boiler solare o serbatoio di accumulo;
  • Una pompa di circolazione responsabile del trasporto dell'acqua dai pannelli all'accumulo;
  • Una centralina che regola l'afflusso di acqua calda proveniente dai collettori solari verso il boiler;
  • Una serie di altri componenti, come sonde di temperatura, valvole deviatrici e valvole miscelatrici.
Nel sistema a circolazione forzata, il collettore solare non è integrato con il serbatoio di accumulo, ma è inserito in un sistema solare che include un serbatoio separato e una pompa di circolazione.
Il collettore, che può essere piano o sottovuoto, è collegato a un circuito primario che contiene un fluido termovettore, solitamente una miscela di acqua e glicole con proprietà antigelo. Questo fluido, una volta scaldato dal sole, trasporta il calore al boiler dove viene accumulata l'acqua calda per uso sanitario.

La centralina solare controlla la pompa di circolazione, che viene attivata quando il liquido nel collettore è più caldo di quello nel serbatoio. In questo modo, il sistema a circolazione forzata garantisce una distribuzione efficiente del calore accumulato dal sole.

Vantaggi del sistema solare termico a circolazione forzata

Il sistema solare termico a circolazione forzata è un sistema efficace e versatile per la produzione di acqua calda sanitaria e per integrare il sistema di riscaldamento per il riscaldamento di piscine e per produzione di calore di processo.
Grazie alla presenza di un bollitore solare collocato in una zona riparata, questo sistema è in grado di funzionare in maniera efficiente in qualsiasi condizione climatica.

Tuttavia, il sistema a circolazione forzata richiede una maggiore complessità e un maggiore investimento iniziale rispetto al sistema a circolazione naturale. È necessario prevedere un vano tecnico interno per installare il bollitore/accumulo, la pompa di circolazione e altri componenti, oltre a un'alimentazione elettrica per il funzionamento di circolatore e centralina. Rispetto al maggior investimento inziale, è importante considerare che il solare termico a circolazione forzata permette di ottenere una gran quantità di energia rinnovabile proveniente dal sole.

Scopri i nostri sistemi solari a circolazione forzata

Nell'assortimento di sistemi solari a circolazione forzata Pleion trovi sistemi efficaci e versatili, adatti a qualsiasi installazione e realizzati con materiali di altissima qualità.
  • Koperniko-S Eclipse: innovativo accumulo tecnico con capacità di 210 l unito a un modulo sanitario con scambiatore a piastre Inox per la produzione istantanea di acqua sanitaria. Dotato di Eclipse System.
  • Eco Compact Eclipse: sistemi solari per acqua calda sanitaria con stazione solare, centralina elettronica e collettore intelligente Eclipse System;
  • Eco Compact Ray: sistemi solari per acqua calda sanitaria con stazione solare, centralina elettronica e collettore sottovuoto X-Ray R;
  • Eco Compact: sistemi solari per acqua calda sanitaria con stazione solare, centralina elettronica e collettori piani Uniko-P21;
  • Eco Compact Plus: sistemi solari per acqua calda sanitaria con stazione solare, centralina elettronica e collettori piani KSF-P26;
  • Smart Eco: sistemi solari per acqua calda sanitaria con stazione solare, centralina elettronica e collettori piani KSF-M25;
  • Smart Ray: un sistema conveniente e di qualità con collettori sottovuoto X-Ray R e bollitore vetrificato con doppio serpentino;
  • Smart: un sistema conveniente e di qualità con collettori sottovuoto KSF-M25 e bollitore vetrificato con doppio serpentino;
  • Master Ray: sistema solare composto da bollitore con doppio serpentino nelle taglie 800-2000 l o collegamento in parallelo per le taglie 3000-4000 l. Con collettore X-Ray R;
  • Master Plus: sistema solare composto da bollitore con doppio serpentino e collettore piano KSF-P26;
  • Eco Compact HPS Eclipse: sistema con accumulo con un serpentino dalla superficie 2,7 volte superiore agli analoghi serpentini per caldaia, con Eclipse System;
  • Eco Compact HPS Ray: sistema con accumulo con un serpentino dalla superficie 2,7 volte superiore agli analoghi serpentini per caldaia, con collettori X-Ray R;
  • Eco Compact HPS: sistema con accumulo con un serpentino dalla superficie 2,7 volte superiore agli analoghi serpentini per caldaia, con collettore piano Uniko P-21;
  • Eco Compact HPS Plus: sistema con accumulo con un serpentino dalla superficie 2,7 volte superiore agli analoghi serpentini per caldaia, con collettore piano KSF-P26;
  • Smart HPS: sistema con accumulo con un serpentino dalla superficie 2,7 volte superiore agli analoghi serpentini per caldaia, con collettore piano Uniko P-21 e KSF-P26;
  • BPU Eclipse: sistema completo di accumulo vetrificato per ACS, scambiatore oversize e volano di acqua tecnica per integrazione a raffrescamento e riscaldamento. Con sistema Eclipse;
  • BPU M25: sistema completo di accumulo vetrificato per ACS, scambiatore oversize e volano di acqua tecnica per integrazione a raffrescamento e riscaldamento. Con collettore solare piano KSF-M25;
  • Jet Eclipse: sistema composto da pompa di calore aria/acqua ad alta temperatura e Eclipse System;
  • Jet Ray: sistema composto da pompa di calore aria/acqua ad alta temperatura e collettore solare sottovuoto X-Ray 21 R;
  • Jet Plus: sistema composto da pompa di calore aria/acqua ad alta temperatura e collettore solare piano XSF-P26;
  • Eco Fresh Eclipse: sistema con stazione solare intergata e modulo esterno a piastre per la produzione di ACS (20l/min) con centralina PB404 e sistema Eclipse;
  • Eco Fresh Ray: sistema con stazione solare intergata e modulo esterno a piastre per la produzione di ACS (20l/min) con centralina PB404 e collettore solare X-RAY R;
  • Eco Fresh Plus: sistema con stazione solare intergata e modulo esterno a piastre per la produzione di ACS (20l/min) con centralina PB404 e collettore solare KSF-P26;
  • Aqua Fresh Ray: sistema con accumulo mono serpentino adatto al contenimento di acqua tecnica d’impianto. Con X-Ray R;
  • Aqua Fresh Plus: sistema con accumulo mono serpentino adatto al contenimento di acqua tecnica d’impianto. KSF-P26;
  • Eco Duo Eclipse: sistema composto da accumulo puffer e scambiatore solare interno, con innovativo sistema Eclipse;
  • Eco Duo Ray: sistema composto da accumulo puffer e scambiatore solare interno, con collettore X-RAY R;
  • Smart HR Ray: sistemi con accumulo a doppio serpentino per riscaldamento e ACS in strutture residenziali. Con X-Ray-R;
  • Smart HR: sistemi con accumulo a doppio serpentino per riscaldamento e ACS in strutture residenziali. Con KSF-M25;
  • Smart HRR Ray: sistemi con accumulo a triplo serpentino per riscaldamento e ACS in strutture residenziali. Con X-Ray-R;
  • Smart HRR: sistemi con accumulo a triplo serpentino per riscaldamento e ACS in strutture residenziali. Con KSF-M25.

Sistemi solari a circolazione forzata: domande frequenti

Come scegliere il sistema solare più adatto?

Per determinare il miglior impianto solare termico per le tue esigenze, è necessario considerare alcuni fattori. Innanzitutto, considera per quale uso vorrai utilizzare l'impianto solare termico, per la produzione di acqua calda sanitaria o per integrarlo nel sistema di riscaldamento. Inoltre, devi conoscere il tuo fabbisogno di energia.
È anche importante considerare le condizioni climatiche della tua zona geografica. I pannelli solari termici devono essere posizionati in modo tale da poter sfruttare al massimo le ore di irraggiamento solare. La posizione ideale sarebbe su una superficie inclinata verso sud con un'inclinazione non superiore a 45°

Infine, devi valutare le caratteristiche della tua abitazione, l'orientamento e l'inclinazione del tetto e lo spazio disponibile.
Non esiste un modello di pannello solare termico migliore di un altro. Ogni tecnologia ha i propri punti di forza: nella gamma Pleion puoi trovare una vasta selezione di modelli per soddisfare qualsiasi esigenza e lavorare in qualsiasi condizione.
Per una valutazione più precisa, puoi contattarci e iniziare a progettare il tuo futuro a impatto zero sull'ambiente.

Come prevenire il surriscaldamento dei pannelli?

Il collettore solare sottovuoto offre maggiore efficienza termica, ma anche un rischio maggiore di stagnazione. Tuttavia, grazie al sistema antistagnazione Eclipse System, è possibile installare i collettori X-Ray R anche in edifici che vengono utilizzati solo temporaneamente, come ad esempio case vacanze. Questo sistema, quando la temperatura raggiunge i 85° C, chiude automaticamente le parabole integrate impedendo alle radiazioni infrarosse di entrare e prevenendo il surriscaldamento del liquido termovettore.

Quanto costa un sistema solare a circolazione forzata?

Il costo del sistema solare termico a circolazione forzata dipende dalle componenti incluse: un impianto solare completo prevede, tra gli altri elementi, uno o più collettori solari, una centralina, il circuito solare e il boiler.

Per determinare il costo preciso, è necessario considerare anche i costi di installazione. Un preventivo dettagliato che tenga conto di tutti questi fattori ti aiuterà a capire quanto tempo ci vorrà per recuperare l'investimento iniziale, e a fare una scelta informata e ponderata.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

ULTRAFRESH ECLIPSE 401 - Sistemi solari a circolazione forzata

ULTRAFRESH ECLIPSE 401

ULTRAFRESH RAY 401 - Sistemi solari a circolazione forzata

ULTRAFRESH RAY 401

ULTRAFRESH PLUS 401 - Sistemi solari a circolazione forzata

ULTRAFRESH PLUS 401

KOPERNIKO-S Eclipse - Sistemi solari a circolazione forzata

KOPERNIKO-S Eclipse

ECO COMPACT Eclipse - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT Eclipse

ECO COMPACT RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT RAY

ECO COMPACT - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT

ECO COMPACT PLUS - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT PLUS

SMART ECO - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART ECO

SMART RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART RAY

SMART - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART

MASTER RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

MASTER RAY

MASTER PLUS - Sistemi solari a circolazione forzata

MASTER PLUS

ECO COMPACT HPS Eclipse - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT HPS Eclipse

ECO COMPACT HPS RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT HPS RAY

ECO COMPACT HPS - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT HPS

ECO COMPACT HPS PLUS - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO COMPACT HPS PLUS

SMART HPS - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART HPS

BPU Eclipse - Sistemi solari a circolazione forzata

BPU Eclipse

BPU D25 - Sistemi solari a circolazione forzata

BPU D25

JET ECLIPSE - Sistemi solari a circolazione forzata

JET ECLIPSE

JET RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

JET RAY

JET PLUS - Sistemi solari a circolazione forzata

JET PLUS

ECO FRESH Eclipse - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO FRESH Eclipse

ECO FRESH RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO FRESH RAY

ECO FRESH PLUS - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO FRESH PLUS

AQUA FRESH RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

AQUA FRESH RAY

AQUA FRESH PLUS - Sistemi solari a circolazione forzata

AQUA FRESH PLUS

ECO DUO Eclipse - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO DUO Eclipse

ECO DUO RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

ECO DUO RAY

SMART HR RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART HR RAY

SMART HR - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART HR

SMART HRR RAY - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART HRR RAY

SMART HRR - Sistemi solari a circolazione forzata

SMART HRR

BPU EGO - Sistemi solari a circolazione forzata

BPU EGO

Bollitore solare termico per sistemi a circolazione naturale

I Sistemi Free di Pleion fanno parte della gamma di sistemi solari a circolazione naturale e sono composti da un bollitore per sistemi solari termici, con capacità variabile di 150-200-300 litri, abbinato a collettori solari piani o sottovuoto ad alte prestazioni.
In quanto sistema solare a circolazione naturale, il Sistema Free è un sistema funzionale che sfrutta i raggi solari per la produzione di energia termica destinata all’utilizzo e al riscaldamento dell’acqua sanitaria. Questo processo permette di ricavare gratuitamente l’acqua calda e di vivere la propria abitazione in modo efficiente e sostenibile. La produzione di acqua calda avviene grazie alla presenza di uno o più collettori, che possono essere piani o sottovuoto, e di un bollitore per sistemi solari termici che ha la funzione di immagazzinare l’acqua calda in modo da poterla usare a seconda delle proprie esigenze.
I Sistemi Free a circolazione naturale prevedono un funzionamento semplice che sfrutta le naturali leggi della fisica: basandosi sul principio dei moti convettivi, l’acqua, riscaldata dalle radiazioni solari, prende il posto dell’acqua fredda risalendo nella parte alta del convettore per immagazzinarsi poi nel bollitore per sistemi solari termici posto al di sopra del collettore stesso.
Le dinamiche della circolazione naturale rendono il Sistema Free più vantaggioso e performante nei periodi estivi e nelle aree geografiche maggiormente esposte all’azione dei raggi solari. Inoltre, grazie al design funzionale e alle sue piccole dimensioni, il Sistema Free richiede costi ridotti per l’installazione e la sua manutenzione.

Come funziona un bollitore per sistemi solari termici

Il bollitore per sistemi solari termici è una delle componenti più importanti per il funzionamento del sistema solare a circolazione naturale. Infatti, il bollitore, grazie alle sue capacità isolanti, consente di mantenere calda l’acqua che viene prodotta dai collettori solari.

Quali sono i vantaggi di un boiler solare termico

Un boiler solare termico alimentato da un sistema di collettori solari permette di ridurre se non addirittura di escludere l’utilizzo della caldaia, almeno durante il periodo estivo. Questo fondamentale aspetto è sinonimo di un discreto risparmio energetico ed economico. Il metodo di funzionamento dei Sistemi Free a circolazione naturale, infatti, sorride alla necessità e alla frequenza di controlli e revisioni di cui necessita solitamente la caldaia, dilazionandoli nel tempo.
I sistemi costituiti da boiler solare termico e alimentati da collettori solari risultano funzionali anche sotto l’aspetto della manutenzione, è sufficiente pulirli periodicamente, e dell’installazione, risultando poco invasiva dato che il boiler solare termico e i collettori solari vengono allocati e si adattano perfettamente a qualsiasi tipo di tetto.

Scopri i nostri Sistemi Free con boiler solare termico

Nell’assortimento di sistemi solari a circolazione naturale Free e Free Ray di Pleion puoi trovare sistemi efficaci e versatili, adatti a qualsiasi installazione e realizzati con materiali di altissima qualità.
I sistemi solari Pleion Free, a seconda del modello, si differenziano tra loro per il numero di collettori solari ad alte prestazioni (da 1, 2 o 3) e possono essere sottovuoto o piani. Quello che li accomuna, però, è che sono tutti composti da un bollitore per sistemi solari termici in grado di contenere 150-200-300 litri.
Il bollitore per sistemi solari termici di Pleion:

  • è progettato per assorbire la pressione generata da liquido antigelo;
  • è dotato di isolamento termico in poliuretano espanso ad alta densità per ridurre la dispersione termica.
  • è caratterizzato da un rivestimento esterno in acciaio preverniciato galvanizzato.
Il kit FREE RAY è comprensivo di:

  • Collettore solare SOTTOVUOTO Pleion X-RAY 21R (4,45 m2)
  • Set idraulici per connessione collettori
  • Bollitore ad intercapedine per ACS da 200 o 300 l
  • Valvola di sicurezza
  • Resistenza elettrica 1kW
  • Liquido solare antigelo
  • Sistemi di fissaggio (tetto piano/tetto inclinato)
Il kit FREE P è comprensivo di:

  • Collettori solari PIANI Pleion KSF-P26 (2,62 m2)
  • Set idraulici per connessione collettori
  • Bollitore ad intercapedine per ACS da 200 o 300 l
  • Valvola di sicurezza
  • Resistenza elettrica 1kW
  • Liquido solare antigelo
  • Sistemi di fissaggio (tetto piano/tetto inclinato)
Il kit FREE D è comprensivo di:

  • Collettori solari PIANI Pleion KSF-D25 (2,52 m2)
  • Set idraulici per connessione collettori
  • Bollitore ad intercapedine per ACS da 150, 200 o 300 l
  • Valvola di sicurezza
  • Resistenza elettrica 1kW
  • Liquido solare antigelo
  • Sistemi di fissaggio (tetto piano/tetto inclinato/tetto piano 18°)

Sistemi Free con bollitore per sistemi solari termici: domande frequenti

Come si installa un bollitore per sistemi solari termici?

Per quanto riguarda l’installazione di un bollitore per sistemi solari termici ci sono diversi fattori da tenere in considerazione come, ad esempio, le caratteristiche dell’impianto solare che si vuole acquistare o di cui già si dispone, oppure le caratteristiche dell’abitazione, poiché, in questo caso, il bollitore solare termico viene posizionato in modalità diverse a seconda che si decida di optare per un sistema solare a circolazione naturale o a circolazione forzata.
Nei sistemi solari a circolazione naturale, il bollitore viene posizionato sulla parte superiore dei collettori solari: l’acqua calda, rispetto a quella fredda, sale verso l’alto così da raggiungere il bollitore e cedere il calore accumulato. Questo tipo di installazione, che solitamente avviene sul tetto, non è per niente invasiva e consiglia all’utente l’acquisto di un bollitore dal design efficiente e compatto.
Nei sistemi solari a circolazione forzata, invece, dove è la pompa di circolazione a consentire lo spostamento dell’acqua dal bollitore ai collettori solari, il bollitore per sistemi solari termici viene posizionato al di sotto dei collettori, e cioè all’interno dell’abitazione.

Quanto costa un bollitore per sistemi solari termici?

Il costo di un bollitore per sistemi solari termici è determinato da diversi parametri che possono essere, ad esempio, la capacità del serbatoio di accumulo, l’acquisto del singolo bollitore o dell’intero sistema solare comprendente bollitore o accumulo, i collettori solari e in alcuni casi anche centralina e primo avviamento. Un preventivo dettagliato che tenga conto di tutti questi fattori ti sarà d’aiuto per avere un’idea più chiara e per fare una scelta informata e ponderata.
Di certo, realizzare un sistema solare a circolazione naturale Free rappresenta una soluzione vincente per la propria abitazione poiché, sfruttando l’energia solare, riduce la dipendenza dell’utente dai combustibili fossili e sorride alla salvaguardia dell’ambiente. Avvalersi di un boiler solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria permette di godere di un risparmio economico ed energetico, oltre che ad usufruire di importanti benefici fiscali.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Free RAY - Sistemi Free

Free RAY

Free P - Sistemi Free

Free P

Free D - Sistemi Free

Free D

Centralina solare termico

La centralina solare per impianti solari termici è un dispositivo che regola e comanda la produzione di acqua calda sanitaria ed il sistema di riscaldamento di un impianto solare termico. La centralina solare grazie alle sonde di temperatura che hanno la funzione di misurare la temperatura dell’acqua interna al circuito solare, comanda e gestisce il circolatore che farà girare il liquido contenuto nel circuito e l’energia catturata dai collettori solari verrà quindi ceduta al boiler.
Avvalersi di un sistema solare termico permette di godere di un notevole risparmio sulle bollette del gas e, allo stesso tempo, consente di aumentare notevolmente il valore della propria abitazione. Quando si decide di installare un impianto solare termico per la propria casa, è bene fare affidamento solo ai migliori dispositivi che lo compongono, e la centralina solare è una dei più importanti.
Sul mercato sono presenti diversi modelli di centraline solari, alcune delle quali caratterizzate da funzioni avanzate, come la capacità di monitorare e gestire funzionamento della pompa e della resistenza elettrica opzionale collegata al serbatoio.
Per capire le specificità di una centralina solare è fondamentale comprende qual è la sua funzione ela sua importanza all’interno di un sistema solare termico.

Centralina solare termico in un sistema a circolazione forzata

Ilsistema solare termico a circolazione forzataè un'opzione efficiente e sostenibile che consente di produrre acqua calda sanitaria e di riscaldare la casa utilizzando l'energia del sole. Questo sistema sfrutta al massimo l’energia del sole per soddisfare le esigenze energetiche dell’abitazione, con una serie di benefici non indifferenti:
  • rispetta l'ambiente;
  • riduce la dipendenza dalle fonti tradizionali di energia;
  • contribuisce a ridurre le emissioni di CO2.
A differenza del sistema a circolazione naturale, che non prevede organi elettronici come centralina solare e stazione solare, il sistema solare a circolazione forzata ha una struttura più complessa, che prevede l'installazione di:
  • uno o più collettori solari piani o sottovuoto;
  • un boiler solare o serbatoio di accumulo;
  • una pompa di circolazione responsabile del trasporto dell'energia dai pannelli all'accumulo;
  • una centralina che regola il flusso dai collettori solari verso il boiler;
  • una serie di altri componenti, come sonde di temperatura, valvole deviatrici, valvole miscelatrici, ecc.
Un’altra differenza importante tra un sistema a circolazione naturale ed un sistema a circolazione forzata, sta nel fatto che in quest’ultimo, il serbatoio di accumulo non è posizionato assieme al collettore solare sul tetto, bensì necessita di un apposito spazio in centrale termica, dove poter collegare tutti gli organi elettronici come centralina solare e stazione solare.


Il collettore, che può essere siapianochesottovuoto, è collegato a un circuito chiuso che contiene un fluido termovettore, solitamente una miscela di acqua e glicole con proprietà antigelo. Questo fluido, una volta scaldato dal sole, trasporta il calore alboilerdove viene accumulata l'acqua per uso sanitario o acqua tecnica per il riscaldamento degli ambienti.
Lacentralinasolare, quindi, risulta fondamentale per il corretto funzionamento del sistema solare termico a circolazione forzata, poiché ha il compito di controllare la pompa di circolazione, che viene attivata quando si raggiunge la differenza impostata tra la temperatura dei collettori e quella contenuta nel bollitore. In questo modo, il sistema a circolazione forzata garantisce unagestione efficiente dell’energia catturata dal sole. La centralina solare assicura un funzionamento ottimale del sistema solare termico e ne aumenta l’efficienza riducendo i consumi energetici.

Centralina solare termico: i modelli Pleion

Tra i diversi prodotti ,che rientrano nell’assortimento di sistemi solari Pleion, è possibile trovare una serie di centraline solari efficienti, universali e compatte. Queste sono dotate di funzionalità utili a migliorare e a rendere agevole l’esperienza dell’utente, oltre che a possedere caratteristiche che consentono di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di impianto solare termico.
Le centraline solari Pleion sono ideali per la gestione di impianti solari per acqua calda sanitaria e riscaldamento ambienti, dai più semplici ai più complessi, dotati di vari accumuli e pompe ad alta efficienza che necessitano di un controllo sicuro, durevole e corretto nel tempo. Il menù intuitivo guida l’utente attraverso la configurazione del sistema di progetto, offrendo una panoramica completa di tutti i relè e sonde disponibili.
Sfogliando il nostro catalogo è possibile scegliere tra tre modelli di centralina solare termico, entrambe efficienti dal punto di vista funzionale e di usabilità.
Centralina solare PB404 WI-FI: questa centralina è caratterizzata da 4 ingressi e 4 uscite, con 14 sistemi di gestione preconfigurati secondo necessità. I parametri dell’impianto ed i valori misurati possono essere controllati, modificati e visualizzati tramite il display LCD grafico monocromatico retroilluminato e LED bicolore per la diagnostica o segnalazione. Il modulo wi-fi integrato all’interno della centralina solare PB404 WI-FI consente di monitorare e gestire il proprio impianto solare. Grazie all’APP “PLEISOLAR” l’utente finale potrà visualizzare lo stato del proprio impianto solare, mentre il centro di assistenza tecnico autorizzato potrà regolarmente monitorarlo e tele-gestirlo tramite l’apposito software di proprietà.
Centralina solare PB404: questa centralina è caratterizzata da 4 ingressi e 4 uscite, con 14 sistemi di gestione preconfigurati secondo necessità. I parametri dell’impianto ed i valori misurati possono essere controllati, modificati e visualizzati tramite il display LCD grafico monocromatico retroilluminato e LED bicolore per la diagnostica o segnalazione.
Centralina solare PR805: questa centralina è ideale per gestire con un unico controllo più uscite di comando. La centralina è caratterizzata da 8 ingressi e 5 uscite, ma per mezzo del collegamento Vbus® è possibile collegare in cascata 2 moduli di ampliamento è possibile raggiungere 21 ingressi di temperatura e 15 relè di uscita.
L’evoluto apparato di comunicazione che contraddistingue le centraline solari Pleion garantisce in ogni istante il pieno controllo dell’impianto. Inoltre, l’esclusivo design rende la centralina solare maneggevole, semplice da installare e adatta ad essere utilizzata in qualsiasi contesto. La centralina permette il salvataggio dei principali parametri di funzionamento grazie alla predisposizione per scheda micro-SD e, grazie alla porta USB, è possibile aggiornare il Software con la versione più recente.

Centralina solare termico: le caratteristiche per un acquisto consapevole

Prima di procedere all’acquisto di una centralina solare è consigliato informarsi, oltre che a tenere in considerazione le diverse caratteristiche e funzionalità più in linea al soddisfacimento delle proprie esigenze.

Numero sufficiente di sensori

Per controllare e tenere monitorate le temperature del circuito solare, la centralina solare termico deve comprendere un numero adeguato di porte per il collegamento dei sensori. Più nello specifico, il numero minimo di sensori per misurare la temperatura dell’acqua e del collettore solare è 2. Una centralina solare con due sensori è sufficiente ad assicurare una regolazione corretta del sistema, ma per avere un migliore controllo e gestione di un sistema solare, le centraline solari Pleion sono le più indicate per gestire diverse configurazioni.

Funzionalità avanzate

Sul mercato sono presenti diversi modelli di centraline solari termiche, alcuni dei quali caratterizzati da funzioni avanzate come la capacità di monitorare il corretto funzionamento della pompa o di regolare la temperatura dell’acqua sanitaria. La presenza di funzionalità avanzate permette di godere di un controllo totale sul proprio sistema solare termico.

Compatibilità

Prima di procedere all’acquisto della centralina solare termico è bene verificare che le caratteristiche e le funzionalità di cui è composta siano adatte alle componenti del sistema solare di cui si dispone o che si intende installare per la propria abitazione. Due criteri fondamentali che possono rendere il proprio investimento consapevole sono la potenza massima del pannello solare e l’efficienza energetica delle varie componenti dell’impianto solare termico.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PB404 e PB404 WI-FI - Centraline solari

PB404 e PB404 WI-FI

PR805 - Centraline solari

PR805

Stazioni solari per impianto solare termico

Le stazioni solari consentono di gestire e monitorare l'impianto solare termico a circolazione forzata. In particolare, le stazioni solari permettono il trasferimento dell'energia dal collettore solare termico al serbatoio dell'acqua. Esistono stazioni solari monotubo e bitubo, adatte per impianti solari a circolazione forzata sia che includano pannelli solari sottovuoto o pannelli solari piani.
La stazione solare, oltre a regolare il flusso del fluido termovettore tra i pannelli solari e il serbatoio di accumulo, è una componente importante in un impianto solare termico, in grado di svolgere diverse funzioni: controlla la temperatura del fluido, previene il surriscaldamento dei pannelli, protegge il sistema dal gelo, assicura la circolazione del fluido e permette di monitorare il rendimento dell'impianto.

Componenti di una stazione solare

La funzione della stazione solare in un impianto solare termico a circolazione forzata è quella di controllare e regolare il flusso del fluido termovettore tra i pannelli solari e il bollitore dell’acqua. Una stazione solare è principalmente composta da una pompa di circolazione, una valvola di sicurezza, un termometro, un manometro, un flussometro e una centralina elettronica.
  • Pompa di circolazione: fa circolare il fluido termovettore dal serbatoio ai pannelli solari e viceversa, in base alla temperatura rilevata dalla centralina;
  • Valvola di sicurezza: evita che il circuito vada in sovrapressione in caso di surriscaldamento;
  • Il termometro e il manometro: indicano rispettivamente la temperatura e la pressione del fluido termovettore;
  • Il flussometro: misura la portata del fluido termovettore;
  • La centralina elettronica: gestisce il funzionamento della pompa e della valvola di sicurezza, in base ai parametri impostati dall'utente.

Funzionamento della stazione solare

La stazione solare è un dispositivo che permette di regolare il flusso del fluido termovettore tra il pannello solare termico e il serbatoio d'accumulo dell’acqua. Il principio di funzionamento è semplice: il pannello solare termico assorbe l’energia solare e la trasforma in calore, che viene trasferito al fluido termovettore, una sostanza composta da acqua e glicole. Il fluido termovettore trasporta il calore al serbatoio d’accumulo, dove lo cede all'acqua attraverso uno scambiatore di calore. La stazione solare ha il compito di controllare la temperatura del fluido e attivare o disattivare, in base alla differenza di temperatura tra il pannello e il serbatoio, una pompa di circolazione, ovvero la componente che consente al fluido termovettore di circolare all’interno dell’impianto. In questo modo, la stazione solare ottimizza il rendimento dell'impianto solare termico garantendo la disponibilità di acqua calda per uso sanitario o per l’integrazione al riscaldamento ambienti.
Tra la gamma di stazioni solari Pleion, sono disponibili modelli di stazione solare monotubo, perfetti per piccoli o medi impianti, e stazioni solari bitubo, per impianti solari termici di medie e grandi dimensioni.

Come funziona una stazione solare monotubo

Una stazione solare monotubo è un dispositivo che consente di collegare il circuito primario di un impianto solare termico con l'accumulatore di acqua calda sanitaria. Il vantaggio di questo sistema è che si riducono le perdite termiche e si semplifica l'installazione. Il funzionamento di una stazione solare monotubo si basa su un circuito idraulico chiuso, in cui circola un fluido termovettore che trasporta il calore dal collettore solare al serbatoio di accumulo. Il fluido termovettore è costituito da una miscela di acqua e glicole, che previene il congelamento del circuito in caso di basse temperature. La stazione solare monotubo è dotata di una pompa di circolazione, che regola il flusso del fluido in base alla differenza di temperatura tra il collettore e il serbatoio. Inoltre, la stazione solare monotubo include una valvola termostatica, che devia il fluido verso il serbatoio solo quando la temperatura supera una certa soglia, evitando il surriscaldamento dell'impianto. Infine, la stazione solare monotubo dispone di un sistema di sicurezza, che protegge l'impianto da eventuali sovrapressioni o guasti.

Come funziona una stazione solare bitubo

Una stazione solare bitubo è un dispositivo che consente di collegare un impianto solare termico a un accumulatore. La stazione solare bitubo è composta, appunto, da due tubi: uno di mandata e uno di ritorno. Il tubo di mandata trasporta l'acqua fredda dall'accumulatore al collettore solare, dove viene riscaldata dal sole. Il tubo di ritorno trasporta l'acqua calda dal collettore all'accumulatore, dove viene immagazzinata. La stazione solare bitubo è dotata di una valvola termostatica che regola il flusso dell'acqua in base alla temperatura del collettore e dell'accumulatore, evitando il surriscaldamento o il sotto raffreddamento dell'impianto. La stazione solare bitubo è una soluzione semplice ed efficiente per sfruttare l'energia solare per il riscaldamento dell'acqua sanitaria.

Stazioni solari di Pleion

Pleion è azienda leader nella produzione di sistemi solari termici.
Offre una gamma completa di stazioni solari tra cui:
stazioni solari monotubo
stazioni solai bitubo

Stazione solare monotubo M13-7

La stazione solare monotubo M13-7 di Pleion è completamente premontata per essere installata nel tratto di ritorno lato freddo dei pannelli solari. Questo modello di stazione solare si abbina perfettamente a collettori piani con superficie massima di 26 m² e a collettori sottovuoto con superficie massima di 17 m². La stazione è dotata di:
  • flussimetro con regolazione di portata 1-13 l/min;
  • rubinetto di scarico;
  • pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos Para 15/7.0;
  • manometro (0-10 bar);
  • valvola di sicurezza solare tarata a 6 bar;
  • rubinetto di carico, scarico e lavaggio circuito solare;
  • attacchi per il collegamento del vaso di espansione solare;
  • valvola a sfera provvista di valvola di non ritorno (20 mbar);
  • termometro integrato.

Stazione solare bitubo B13-7

La stazione solare bitubo B13-7 di Pleion è completamente premontata per essere installata nel circuito solare. Questo modello di stazione solare si può abbinare a collettori piani con superficie massima di 26 m² e a collettori sottovuoto con superficie massima di 20 m².
Nel tratto di ritorno, la stazione solare è dotata di:
  • flussimetro con regolazione di portata 1-13 l/min;
  • rubinetto di scarico;
  • una pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos Para 15/7.0;
  • manometro (0-10 bar);
  • valvola di sicurezza tarata a 6 bar;
  • rubinetto di riempimento e svuotamento impianto solare;
  • attacchi per il collegamento del vaso di espansione solare;
  • valvola a sfera di colore blu provvista di valvola di non ritorno (20 mbar);
  • termometro integrato;
Nel tratto di mandata, invece, la stazione solare presenta:
  • la valvola a sfera di colore rosso con valvola di non ritorno (20 mbar) integrata;
  • termometro integrato;
  • degasatore di grande dimensione: questo serve per eliminare l’aria durante le fasi di avviamento dell’impianto, oltre a garantire il corretto funzionamento del circuito solare.

Grazie ad un apposito kit idraulico, è possibile installare la stazione solare M13-7 in parallelo alla stazione B13-7 nel caso di:
  • impianti solari a doppia falda unendo il tratto di mandata dei due circuiti;
  • impianti con doppio accumulo sanitario e riscaldamento;
  • nel caso fosse necessario aumentare il campo di portata di un impianto: in questo caso, però, è necessario verificare le caratteristiche della pompa già esistente.

Stazione solare bitubo B35-9

La stazione solare bitubo B35-9 di Pleion è completamente premontata per essere installata nel circuito solare. Questo modello di stazione solare si può abbinare a collettori piani con superficie massima di 70 m² e a collettori sottovuoto con superficie massima di 50 m².
Nel tratto di ritorno, la stazione solare è dotata di:
  • flussimetro con regolazione di portata 5-35 l/min;
  • rubinetto di scarico;
  • una pompa di circolazione ad alta efficienza Wilo Yonos Para 15/1-9;
  • manometro (0-10 bar);
  • valvola di sicurezza tarata a 6 bar;
  • rubinetto di riempimento e svuotamento impianto solare;
  • attacchi per il collegamento del vaso di espansione solare;
  • valvola a sfera di colore blu provvista di valvola di non ritorno (20 mbar);
  • termometro integrato.
Nel tratto di mandata, invece, si ritrova:
  • la valvola a sfera di colore rosso dotata anch’essa di valvola di non ritorno;
  • termometro integrato;
  • degasatore di grandi dimensioni: progettato per eliminare l’aria durante le fasi di avviamento dell’impianto e per garantire il corretto funzionamento dell’impianto.
Collegando in parallelo due stazioni B35-9 è possibile garantire la copertura di impianti solari con collettori piani, per una superficie massima di 140 m², e di impianti solari con collettori sottovuoto, con superficie massima di 100 m².

Stazioni solari con centralina solare

Tutti i modelli di stazione solare Pleion dispongono della possibilità di essere integrati di una centralina solare e di un sistema di isolamento protettivo per separare la centralina dal gruppo idraulico. Il guscio termico di isolamento consente la massima riduzione di dispersioni, oltre a proteggere la sede della centralina elettronica. Tutte le stazioni solari Pleion, nelle configurazioni Basic e Pro, sono disponibili rispettivamente con centralina di regolazione PB404 o con centralina di regolazione PR805.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

M13-7 - Stazioni solari

M13-7

B13-7 - Stazioni solari

B13-7

B35-9 - Stazioni solari

B35-9

Modulo sanitario per la produzione di acqua calda

I moduli per la produzione di acqua calda sanitaria usano uno scambiatore di calore a piastre in acciaio inox per riscaldare l’acqua, portandola alla temperatura desiderata in modo istantaneo solo al momento del bisogno. Questa caratteristica è ciò che differenzia questo sistema da un bollitore tradizionale, il quale accumula l'acqua calda come riserva di energia oltre che utilizzarla anche per l'uso sanitario.
La produzione istantanea di acqua calda sanitaria è un’alternativa alla produzione per accumulo, con il vantaggio di minimizzare il pericolo di diffusione di batteri come la legionella e di facilitare la regolazione e il controllo della funzione di riscaldamento dell’acqua.
Per riscaldare l'acqua sanitaria, si usano dei moduli di produzione istantanea che prelevano calore da un serbatoio di accumulo. Il serbatoio di accumulo è separato dall'acqua sanitaria da uno scambiatore di calore a piastre. Il calore necessario per ottenere acqua calda viene fornito esclusivamente dal serbatoio di accumulo e l'acqua calda si riscalda solo nel momento in cui viene utilizzata. Così, si ha sempre a disposizione acqua calda istantanea estremamente igienica e potabile. Lo scambiatore di calore a piastre funziona con il principio di controcorrente e ha lunghezze termiche che assicurano un'alta efficienza energetica. Le temperature basse e le velocità di flusso elevate nei circuiti dello scambiatore di calore a piastre offrono una doppia protezione contro il calcare.


Modulo sanitario: come funziona

L'acqua calda sanitaria viene fornita a richiesta dai moduli sanitari, che scambiano calore con l’acqua tecnica proveniente da un accumulo. L'acqua tecnica, che fluisce nello scambiatore, può essere prodotta da diverse fonti di calore, come può essere una caldaia a condensazione, una pompa di calore o un impianto solare termico.
Una pompa di circolazione fa fluire l'acqua tecnica calda proveniente dalla parte superiore del modulo verso lo scambiatore, dove cede calore all'acqua calda sanitaria per poi tornare al serbatoio di accumulo. Se necessario, una valvola termostatica recupera una parte dell'acqua di ritorno. Questo permette di ridurre la temperatura di mandata dell'acqua tecnica in caso questa sia troppo alta, prevenendo così la formazione di calcare.
Il sistema utilizza uno scambiatore a piastre che consente un ottimo trasferimento di calore tra i due fluidi, mantenendoli separati. Grazie al suo posizionamento in verticale, lo scambiatore a piastre offre una maggiore superficie di scambio termico e assicura una maggiore durata del contatto tra i due fluidi. Il sistema evita lo stoccaggio di acqua calda sanitaria, riducendo notevolmente la crescita batterica e il pericolo di legionella associato agli accumuli sanitari.
L'acqua sanitaria fredda entra nello scambiatore di calore dalla parte inferiore del modulo e si scalda grazie al contatto con l'acqua tecnica. A questo punto, viene rilevata da un sensore che misura il flusso e la temperatura, prima di raggiungere le utenze.
La centralina elettronica, inclusa in tutti i moduli sanitari SAN (ad esclusione del modello F30 T), ha il compito di regolare la portata primaria mediante una pompa e di far circolare solo la quantità di acqua tecnica indispensabile per la produzione di acqua calda sanitaria, ottenendo così un ottimo risparmio energetico.


I moduli sanitari di Pleion

I moduli sanitari prodotti da Pleion fanno parte della serie SAN, la quale si suddivide in:
SAN F30 T e SAN F30 T VE: modulo sanitario universale per abitazioni mono familiari (con controllo termostatico)
SAN F30 e SAN F30 VE
SAN F40 e SAN F40 VE: questi modelli di modulo sanitario offrono infinite possibilità di lavoro (con regolazione elettronica)

Moduli per acqua calda sanitaria SAN F disponibili in versione standard e “VE”

Tutti i moduli per acqua calda sanitaria SAN F sono disponibili in 2 versioni: la versione standard e la versione “VE”. Nella versione standard, lo scambiatore di calore è costituito da piastre in acciaio inox unite con brasatura a base di rame. Nella versione VE, invece, si usa l’acciaio inox sia per le piastre che per la brasatura, in modo da garantire una maggiore resistenza e durata dello scambiatore anche in presenza di acqua particolarmente aggressiva a causa dei sali disciolti.

Come scegliere il tipo di modulo sanitario

Un criterio fondamentale per decidere quale tipo di modulo sanitario sia più appropriato è la conducibilità elettrica dell'acqua. Se il valore della conducibilità dell'acqua è uguale o maggiore di 500 µS, allora si consiglia vivamente di optare per la versione VE.
Un altro aspetto da considerare è che la corrosione dei moduli sanitari dipende anche dalla frequenza e dall'intensità con cui vengono usati. Per impianti sottoposti ad un uso frequente e intensivo, si consiglia di scegliere la versione VE, che offre maggiori garanzie.


SAN F30 T e SAN F30 T VE

Modulo sanitario ideale per piccole utenze, caratterizzato da grande robustezza e semplicità.
In questo modulo sanitario di produzione istantanea, l’acqua calda sanitaria è controllata grazie all’integrazione di una valvola termostatica che gestisce la pompa di circolazione per determinare l’impostazione della temperatura di acqua calda sanitaria. Nel modello SAN F30 T e SAN F30 T VE sono presenti anche:

  • Circuito tubi in acciaio inox;
  • Sensore termico inox inserito direttamente nel circuito acqua calda;
  • Temperatura nominale acqua calda;
  • Testa termostatica regolabile sa 35° a 65 °C;
  • Premontato e precablato per semplice e rapido collegamento;
  • Attivazione sistema attraverso flussostato;
  • Set opzionale di valvole di arresto;
  • Tubi opzionali di connessione al serbatoio di accumulo.


SAN F30 - SAN F30 VE e SAN F40 - SAN F40 VE

Moduli sanitari ideali per tutti i consumi, caratterizzati da grande efficienza e flessibilità.
Questi moduli di produzione istantanea di acqua calda sanitaria sono controllati elettronicamente e consentono varie opzioni, come programmi per la pompa di circolazione e funzioni per l’installazione a cascata per massimo di 4 moduli. Il controllo elettronico garantisce sempre la minima temperatura di ritorno verso l’accumulo, così da consentire un ottimale sfruttamento dell’energia rinnovabile fornita dal sole e da una pompa di calore. Questi moduli sanitari comprendono anche:

  • Tubazioni complete in acciaio inox;
  • Isolamento ottimizzato;
  • Disponibili varianti con PWT pieno in acciaio inossidabile;
  • Funzione comfort (con avvio a caldo);
  • Funzione di temperatura variabile dell’acqua calda.


Moduli sanitari: composizione dei sistemi a cascata

Per sistemi con fabbisogni molto elevati o molto variabili è possibile collegare fra loro fino a quattro moduli in parallelo. I modelli sanitari SAN F30/VE e SAN F40/VE si prestano perfettamente al tipo di composizione a cascata, in grado di offrire rendimenti ottimali.
L’impianto a cascata offre la possibilità di aggiungere più moduli. I moduli si combinano tra loro per ottenere le prestazioni desiderate. Questa soluzione ha un vantaggio rispetto ai sistemi di produzione di acqua calda di grandi dimensioni, perché permette di regolare meglio il flusso volumetrico dell'acqua calda con più moduli indipendenti. Inoltre, ogni modulo si attiva solo quando si supera una certa soglia di prelievo.
L'acqua calda sanitaria viene erogata a una temperatura costante e adeguata, grazie all'attivazione sequenziale dei vari moduli in cascata. Questo sistema permette anche di ridurre al minimo la temperatura di ritorno verso la parte bassa del serbatoio di accumulo. In questo modo, si ottimizza sia l'utilizzo dell'accumulo, sia quello delle fonti di calore che lo riforniscono: un beneficio particolarmente rilevante quando si dispone di solare termico, pompa di calore o una caldaia a condensazione.
Un sistema che prevede l'impiego di più moduli in cascata ha il vantaggio di essere performante anche in caso di malfunzionamento di uno dei moduli. Infatti, se un modulo si dovesse rompere, i moduli SAN restanti sarebbero in grado di assicurare il funzionamento del sistema, anche se con una riduzione temporanea delle portate. Questo significa che il servizio non verrebbe interrotto, ma solo rallentato, nella peggiore delle ipotesi.


Moduli sanitari per la produzione di acqua calda sanitaria: i vantaggi


Evita gli sprechi: l'acqua calda per uso domestico si produce solo quando serve, eliminando così ogni forma di spreco. Questi moduli sanitari assicurano un risparmio significativo.

Massima igiene: i moduli per la produzione di acqua calda sanitaria garantiscono un'igiene ottimale, grazie al flusso rapido che diminuisce il pericolo di legionella.

Sistema con scambiatore di calore incorporato: il sistema dispone di uno scambiatore di calore incorporato che è stato studiato per impedire l'accumulo di calcare e ridurre la frequenza delle operazioni di manutenzione.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

SAN F30 T - SAN F30 T VE - Moduli sanitari

SAN F30 T - SAN F30 T VE

SAN F30 - SAN F30 VE - Moduli sanitari

SAN F30 - SAN F30 VE

SAN F40 - SAN F40 VE - Moduli sanitari

SAN F40 - SAN F40 VE

SAN F65 - SAN F65 VE - SAN F65 C - SAN F65 C VE - Moduli sanitari

SAN F65 - SAN F65 VE - SAN F65 C - SAN F65 C VE

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Accumulo acqua calda sanitaria ULTRA

Un modo per ottenere comfort termico e acqua calda per l'igiene domestica per la propria abitazione è sfruttare le fonti rinnovabili e i sistemi ad alta efficienza energetica. Questo tipo di soluzioni permettono di ridurre i consumi e le emissioni, grazie all'impiego di tecnologie innovative e sostenibili.
Il solare termico è un sistema che sfrutta l'energia termica del sole per riscaldare l'acqua sanitaria o quella usata per il riscaldamento degli ambienti. Esso si avvale di diverse componenti per catturare le radiazioni solari e trasformarle in calore. Questo permette di ottenere acqua calda gratuitamente, migliorando l'efficienza della propria casa e diminuendo la dipendenza dai combustibili fossili. Il solare termico è quindi una delle soluzioni più adottate per la sua semplicità d’installazione e la sua efficacia, resa possibile grazie anche all’integrazione di un accumulo solare.

Accumulo acqua calda sanitaria in un sistema solare termico

In un impianto solare termico, la produzione di acqua calda è resa possibile dalla presenza di uno o più pannelli solari, i quali trasformano l'energia del sole in energia termica, e di un accumulo solare che permette di stoccare l’acqua calda e di utilizzarla in un secondo momento. La posizione di installazione dell'accumulo solare può variare a seconda della tipologia di impianto solare:
Solare termico a circolazione naturale: il sistema a circolazione naturale produce solo acqua calda sanitaria grazie al movimento naturale del fluido termovettore che porta il calore dai collettori solari all'accumulo solare situato sopra il pannello oppure integrata come EGO o EGO PRIME. Il liquido termovettore riscaldato dal sole sale naturalmente fino all'accumulo, scaldando l’acqua al suo interno. I Sistemi Free di Pleion fanno parte della gamma di sistemi solari a circolazione naturale e sono composti da un accumulo per sistemi solari termici, con capacità variabile di 150-200-300 litri, abbinato a collettori solari piani o sottovuoto ad alte prestazioni.
Solare termico a circolazione forzata: in un sistema a circolazione forzata l'accumulo non è posizionato sopra i pannelli solari, ma viene collocato all'interno dell’abitazione o in uno spazio apposito. Lo spostamento del fluido termovettore è garantito da una pompa di circolazione che si attiva quando la temperatura del collettore raggiunge la temperatura impostata nel serbatoio. In questi sistemi è presente anche una centralina di regolazione, la cui funzione principale è quella, appunto, di gestire il funzionamento del circolatore. Un’importante differenza rispetto ai sistemi a circolazione naturale è che il sistema a circolazione forzata può essere utilizzato non solo per la generazione di acqua calda per uso domestico ma anche per il riscaldamento dell'abitazione.

Come funziona un accumulo acqua calda sanitaria

L'accumulo solare, denominato anche serbatoio di accumulo, permette di riscaldare l’acqua dell’impianto solare termico utilizzando l’energia termica del sole, raccolta dai pannelli solari che si trovano generalmente sul tetto della casa o della struttura.
In un impianto solare termico a circolazione forzata, solitamente l'accumulo è provvisto di due serpentine: uno scambiatore di calore a serpentina si trova nella parte bassa dell'accumulo per ricevere il fluido termovettore riscaldato dai pannelli solari; mentre l’altro scambiatore di calore a serpentina si trova nella parte alta dell'accumulo e riceve calore da fonti che possono essere una caldaia o una pompa di calore.

I vantaggi di un accumulo acqua calda sanitaria

Un modo efficace per ridurre il consumo di energia è sicuramente quello di combinare un accumulo solare con dei collettori solari termici. Questa soluzione consente di ottenere acqua calda sanitaria senza usare la caldaia durante le giornate con un alto livello di irraggiamento e, in generale, soprattutto nei mesi estivi.
Invece, quando il generatore è una pompa di calore, si possono ridurre le inversioni di ciclo integrando il solare termico per l'acqua calda sanitaria. In questo modo, la pompa di calore può occuparsi quasi solo del raffreddamento dell'abitazione.
Un aspetto molto positivo e vantaggioso degli innovativi bollitori e accumuli solari è il loro isolamento termico, che limita in modo significativo le perdite di calore nell'ambiente conservando l'acqua a temperatura elevata per un tempo più lungo e migliorando il benessere abitativo.

Accumulo acqua calda sanitaria ULTRA di Pleion

PLEION presenta la sua nuova linea ULTRA di bollitori solari, composta da 3 modelli pensati per rispondere alle varie richieste dei clienti. Questa linea propone bollitori solari con una capacità reale di 401 litri, una costruzione modulare che facilita la manutenzione e la personalizzazione, un'efficienza energetica ottimale e una garanzia di fornitura di acqua calda.
I 3 modelli sono:
ULTRAFRESH 401: Puffer acqua tecnica con scambiatore solare con
  • modulo per la produzione di ACS istantanea integrato
  • stazione solare e centralina integrate

ULTRADUO 401: Puffer acqua tecnica con scambiatore solare con
  • scambiatore in rame per la produzione di ACS
  • stazione solare e centralina integrate

ULTRAHR 401: Puffer acqua tecnica con scambiatore solare con
  • scambiatore in rame per la produzione di ACS

Per il riscaldamento dell’acqua, Pleion propone ai clienti la soluzione di qualità superiore dei bollitori solari ULTRA, che offrono la possibilità di scegliere i modelli più adatti alle proprie necessità, condividendo tutti le stesse caratteristiche distintive:
  • qualità costruttiva senza compromessi,
  • efficienza energetica,
  • design e funzionalità avanzate,
  • compattezza e semplicità di installazione e manutenzione.

Accumulo acqua calda sanitaria ULTRA FRESH 401

L'accumulo inerziale di 401 litri dell'accumulo solare ULTRA FRESH 401 contiene la stazione solare bitubo, completa al suo interno di valvola di sicurezza, flussimetri e degasatore, già installati. Inoltre, l'accumulo solare prevede il modulo di riscaldamento istantaneo dell'acqua calda sanitaria con scambiatore a piastre inox saldobrasato, che regola la temperatura dell'acqua e favorisce la stratificazione nell'accumulo. Anche la centralina di regolazione solare è precablata e posizionata sull'accumulo. L'accumulo ha un diametro di 650 mm con la coibentazione inclusa, il che facilita il trasporto e l'installazione.
Un'ottima soluzione per combinare l'accumulo solare ULTRA FRESH 401 è quella di scegliere tra i vari modelli di collettori solari Pleion, che hanno la capacità e le caratteristiche per adattarsi perfettamente alle diverse necessità del cliente.
Questa soluzione offre le migliori prestazioni grazie all'associazione con i collettori solari sottovuoto X-RAY R, che assicurano la massima efficienza specialmente nei mesi invernali. Se ai collettori X-RAY R si aggiunge anche la tecnologia ECLIPSE SYSTEM, allora l’efficienza è garantita tutto l’anno, grazie al rivoluzionario sistema intelligente di oscuramento automatico che controlla e mantiene alte le prestazioni dell’impianto solare.
Un'altra opzione di abbinamento possibile per l'accumulo solare ULTRA FRESH è quella di combinarlo con i collettori solari piani vetrati KSF P26, che offrono una soluzione alternativa ma altrettanto vantaggiosa, sicura ed efficiente.

Accumulo acqua calda sanitaria ULTRA DUO 401

L'accumulo solare ULTRA DUO 401 è un accumulo inerziale da 401 litri in acciaio al carbonio, isolato con schiuma di poliuretano rigida, autoestinguente e non asportabile. Ha uno scambiatore interno fisso a serpentina, per il solare termico, e uno scambiatore istantaneo per l'acqua sanitaria in rame, removibile e collocato nella flangia superiore. La grande superficie di scambio della serpentina sanitaria, situata nella parte alta dell'accumulo, assicura una buona erogazione di acqua sanitaria anche quando solo una porzione dell'accumulo stesso è in temperatura. Il diametro ridotto (di soli 650 mm) facilita il trasporto anche attraverso porte strette e la collocazione nel locale tecnico, mentre l'altezza favorisce la stratificazione delle temperature e l'efficienza solare.
L'accumulo solare ULTRA DUO 401 è dotato di una stazione solare bitubo che comprende una valvola di sicurezza, un flussimetro e un degasatore, tutti già installati e cablati. Inoltre, l'accumulo ha una centralina di regolazione solare PB404 integrata.

Accumulo acqua calda sanitaria ULTRA HR 401

L'accumulo solare ULTRA HR 401 è un accumulo mono serpentino per integrare il riscaldamento e conservare acqua tecnica calda attraverso il campo solare o una fonte di calore ausiliaria. Questo modello ha uno scambiatore inferiore fisso per trasferire energia dal campo solare. Sul rivestimento presenta un pozzetto fermasonda e una serie di manicotti sui due lati dell'accumulo, oltre a un manicotto per resistenza elettrica. È fatto di acciaio al carbonio, completamente isolato con materassino in poliuretano rigido in calotte, autoestinguente e non rimovibile. Ha una finitura esterna bianca, mentre il fondello e il coperchio superiore sono in materiale plastico termoformato nero. L'accumulo solare ULTRA HR 401 offre la possibilità di inserire nella flangia superiore uno scambiatore estraibile per produrre acqua calda sanitaria in modo istantaneo, con caratteristiche che possono variare in base alle richieste specifiche del cliente.

Le componenti dei bollitori solari di Pleion

Per il riscaldamento tecnico e la fornitura immediata di acqua sanitaria, i bollitori solari della serie ULTRA di Pleion sono adatti sia per impianti di riscaldamento nuovi che per impianti già esistenti. Essi includono anche una stazione solare integrata, un modulo sanitario integrato e una centralina solare integrata.

Stazione solare

La stazione solare è un elemento fondamentale in un impianto solare termico a circolazione forzata, perché regola il movimento del fluido termovettore tra i pannelli solari e il deposito di accumulo. Inoltre, la stazione solare consente il corretto svolgimento di diverse funzioni: verifica la temperatura del fluido, evita il surriscaldamento dei pannelli, salvaguarda il sistema dal gelo, garantisce la circolazione del fluido e consente di monitorare il rendimento dell'impianto. Per fare tutto ciò, una stazione solare è composta principalmente da una pompa di circolazione, una valvola di sicurezza, un termometro, un manometro, un flussometro e una centralina elettronica.
Nei bollitori solari ULTRA i gruppi di circolazione vengono utilizzati sul circuito primario degli impianti solari per la regolazione della temperatura all’interno dell’accumulo. Il regolatore invia un segnale alla pompa all'interno dei gruppi per attivarla. Nei gruppi sono presenti i dispositivi di sicurezza e funzionali per il monitoraggio ottimale del circuito e presentano un collegamento di mandata e ritorno. I gruppi sono dotati di pompa ad alta efficienza e possono essere abbinati al regolatore digitale PB404, adatto per la gestione e il controllo di diverse tipologie di impianti solari.

Modulo sanitario

Il modulo sanitario a piastre per la produzione istantanea di acqua calda sanitaria presenta un’ampia superficie di scambio ed è completo di tutti i componenti necessari per il corretto funzionamento e per la gestione del sistema, quali circolatore primario, flussostato e valvola termostatica di regolazione.
La modalità ibrida del modulo sanitario assicura la più alta produzione di acqua calda sanitaria e la più alta efficienza del sistema. Per garantire una temperatura non troppo alta e uniforme in ingresso allo scambiatore, riducendo così anche la formazione di calcare e aumentando allo stesso tempo l’efficienza sistema, la valvola termostatica tra l’accumulo e lo scambiatore è regolata a 55°C. La valvola a 2 vie, invece, controlla la portata in ingresso allo scambiatore per regolare la temperatura di acqua calda sanitaria, e inoltre fa sì che la temperatura di ritorno all’accumulo sia bassa, migliorando la resa del campo dei collettori solari. A seconda della temperatura di stoccaggio nell’accumulo, si ottiene una portata sanitaria erogata tra 15 e 25 lt/min.

Centralina solare

La centralina solare è un dispositivo che controlla e gestisce la produzione di acqua calda sanitaria e il sistema di riscaldamento di un impianto solare termico. Il liquido del circuito solare, che contiene l'energia raccolta dai collettori solari, viene fatto circolare dal circolatore, che è comandato e regolato dalla centralina solare in base alle misurazioni delle sonde di temperatura, che rilevano la temperatura dell'acqua interna al circuito. L'accumulo riceve così l'energia ceduta dal liquido del circuito solare.
Per il buon funzionamento del sistema solare termico a circolazione forzata, dunque, è essenziale la centralina solare, poiché ha la funzione di regolare la pompa di circolazione. Questa si attiva quando si verifica la differenza stabilita tra la temperatura dei collettori e quella presente nell’ accumulo. Così facendo, il sistema a circolazione forzata assicura una gestione efficace dell’energia raccolta dal sole. La centralina solare ottimizza il funzionamento del sistema solare termico e ne incrementa l’efficienza diminuendo i consumi energetici.

I vantaggi dell'accumulo acqua calda sanitaria ULTRA di Pleion

ULTRA FRESH 401; ULTRA DUO 401 e ULTRA HR 401 rappresentano la gamma più evoluta di bollitori solari. Grazie ai bollitori solari di Pleion è possibile godere di numerosi vantaggi, oltre che a soddisfare qualsiasi tipo di necessità:
MAGGIORE IGIENE: non c’è il rischio di proliferazione di batteri, come la legionella, che possono causare malattie respiratorie.
INTEGRAZIONE SOLARE: per acqua calda sanitaria e riscaldamento ambienti; il calore accumulato può essere efficacemente indirizzato sia alla produzione di acqua sanitaria che per il riscaldamento degli ambienti, specialmente in impianti radianti a bassa temperatura.
MAGGIORE COMFORT: l’acqua calda è disponibile immediatamente, senza tempi di attesa. Il modulo a piastre per la produzione di acqua calda sanitaria con ampia superficie di scambio è completo di tutti i componenti necessari per il corretto funzionamento e gestione del sistema, quali circolatore primario, flussostato e valvola termostatica di regolazione.
ABBINAMENTO OTTIMALE CON POMPE DI CALORE: che possono riscaldare direttamente l’acqua tecnica contenuta nel puffer, operando sempre ad elevata efficienza.
PLUG & PLAY: i bollitori solari ULTRAFRESH e ULTRADUO hanno la stazione solare e lo scambiatore per acqua sanitaria e la centralina solare già preinstallati a bordo e precablati, riducendo i tempi di installazione ed eliminando ogni possibilità di errore. La stazione solare compatta è a doppia via con circolatore elettronico, completa di: separatore d’aria con sfiato manuale, gruppo di sicurezza, sfiato d’aria manuale sulla voluta del circolatore, valvola di non ritorno, rubinetti di carico e di scarico.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

ULTRA FRESH 401 - ULTRA

ULTRA FRESH 401

ULTRA DUO 401 - ULTRA

ULTRA DUO 401

ULTRA HR 401 - ULTRA

ULTRA HR 401

ULTRA PR 401 - ULTRA

ULTRA PR 401

I Boiler per acqua calda HI-PERFORMANCE by Pleion

Una scelta innovativa, performances eccellenti sia per acqua calda sanitaria che per INTEGRAZIONE AL RISCALDAMENTO.

HIGH PERFORMANCE è una serie di boiler per acqua calda caratterizzata da un design all’avanguardia e dotata di peculiarità uniche. Dispone di una centralina elettronica e di un circolatore modulante che assicurano una gestione efficiente dell’energia. Grazie all’utilizzo di una pompa di ultima generazione ad alta efficienza e a un sistema di controllo intelligente, il consumo energetico viene programmato e attentamente monitorato in modo costante.

“La più evoluta gamma di accumuli solari. Acqua calda sanitaria istantanea 20 l/min.
Tutto in uno!”
(Solo per KOPERNIKO, ULTRAFRESH e ECO FRESH)

Accumulo – KOPERNIKO

Il primo modulo energetico salvaspazio per la produzione combinata di acqua calda sanitaria e integrazione del riscaldamento ambientale.

Il sistema KOPERNIKO comprende un serbatoio di accumulo da 200 litri, progettato per l’installazione in spazi che non permettono l’uso di accumuli standard cilindrici. Questo sistema di accumulo, denominato "KOPERNIKO", è concepito per la produzione congiunta di acqua calda sanitaria e l’integrazione nel riscaldamento degli ambienti.

L’accumulo è composto da una serie di serbatoi circolari di piccolo diametro, posizionati in verticale e collegati tra loro mediante un sistema articolato di collettori che consente un carico bilanciato e il conseguente prelievo di energia. La struttura del serbatoio è progettata per contenere acqua tecnica e può essere integrata con i sistemi di riscaldamento convenzionali o con quelli a energia rinnovabile. L’accumulo è isolato con polipropilene espanso rimovibile per facilitare interventi di manutenzione.

Inoltre, il sistema è dotato di uno scambiatore a piastre per il riscaldamento istantaneo acqua sanitaria, progettato appositamente per l’integrazione con pompe di calore e collettori solari termici. Questo modulo presenta una superficie di scambio estesa e include i componenti necessari, come un circolatore primario e una valvola termostatica di regolazione.

Come opzione nella versione KOPERNIKO S, è incluso uno scambiatore dedicato che permette di sfruttare al massimo l’integrazione termica dei collettori solari. La caratteristica distintiva di KOPERNIKO è la sua forma compatta e le dimensioni ridotte, che consentono di posizionarlo in incasso su pareti o in ambienti con spazio limitato. Questo sistema può essere implementato sia in edifici esistenti che in nuove costruzioni.

Hi-Performance: Volano Termico inerziale murale ultracompatto

BOOSTER 60 è un modulo innovativo che assume le funzioni di separatore idraulico e collettore di distribuzione per due zone.

BOOSTER 60 è un volano termico con un ruolo cruciale all’interno di un impianto termico con pompa di calore. Si presenta come un contenitore ultracompatto da installare tra la pompa di calore e il sistema di distribuzione di riscaldamento/raffrescamento. Permette di combinare facilmente 2 generatori di calore, ad esempio una pompa di calore ed una caldaia a gas.

Fornisce inerzia termica al sistema, aumentando l’efficienza e la durata della pompa di calore

La vita e le prestazioni di una pompa di calore sono influenzate dal numero di accensioni e spegnimenti. Booster60 ottimizza il funzionamento limitando al minimo tali cicli. Inoltre, consente alla pompa di calore di operare per periodi più lunghi, riducendo così il numero complessivo di accensioni e spegnimenti. Durante le fasi di inattività della macchina, l’energia termica accumulata copre temporaneamente le esigenze del sistema di distribuzione.

Garantisce la separazione idraulica tra la pompa di calore e il sistema di distribuzione

Booster60 rende indipendenti i circuiti del lato PDC e del lato impianto, ottimizzando il lavoro delle pompe di circolazione e consentendo alla pompa di calore di operare in modo efficiente. Il suo design interno è appositamente progettato per fungere da separatore idraulico e collettore di distribuzione per due zone impianto.

Permette di gestire lo sbrinamento nelle pompe di calore aria/acqua senza ridurre il comfort dell’edificio

Booster60 è adatto sia per impianti di riscaldamento che di raffrescamento. Nel secondo caso, l’installazione di Booster60 previene la diminuzione del comfort (soprattutto con ventilconvettori) durante i cicli di sbrinamento dell’evaporatore, comuni nella maggior parte delle pompe di calore aria/acqua.

Benefici

  • Riduzione dell’usura delle macchine;
  • Ottimizzazione della gestione dell’energia termica;
  • Ottimizzazione dei cicli di funzionamento;
  • Funzionamento ottimale delle pompe di calore;
  • Miglioramento delle prestazioni complessive dell’impianto.

Il boiler per acqua calda - ECO COMPACT

Il bollitore ideale per la produzione di ACS dal sole, semplice e conveniente!

ECO COMPACT fa parte di una gamma di bollitori solari compatti, caratterizzati dalla presenza integrata di una stazione solare e di una centralina elettronica precablata, dedicati alla produzione di acqua calda ad uso sanitario. La facilità di installazione contraddistingue i boiler per acqua calda ECO COMPACT, dotati di un efficientissimo circolatore elettronico. La loro idoneità per l’utilizzo sanitario è garantita dalla vetrificazione interna a 850°C conforme alla normativa DIN 4753.
Questi dispositivi rispettano le disposizioni della Direttiva 2009/125/CE per quanto riguarda il design ecocompatibile e della Direttiva 2010/30/UE per quanto riguarda l’etichettatura energetica, entrate in vigore dal 26 settembre 2015. Inoltre, sono conformi ai requisiti di soglia minima della classe C, come imposto dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Il boiler per acqua calda - ECO COMPACT della gamma HPS

Elevate rese termiche in combinazione con Pompe di Calore con scambiatore OVERSIZE!

Il bollitore della gamma HPS di ECO COMPACT è concepito con un serpentino di altezza superiore, offrendo una superficie 2,7 volte più ampia rispetto ai suoi equivalenti destinati alle caldaie convenzionali. Questi bollitori risultano particolarmente adatti per essere accoppiati a pompe di calore che richiedono una maggiore superficie di scambio rispetto ai modelli tradizionali. Sono ottimali per l’integrazione in impianti solari ibridi e per la connessione a pompe di calore ad elevate potenze. I boiler per acqua calda di PLEION vengono forniti con stazione solare integrata, centralina solare e circolatore ad alta efficienza già cablati. Presentano la caratteristica di essere idonei all’uso sanitario, grazie alla vetrificazione interna effettuata a 850°C secondo la normativa DIN 4753.

Sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per quanto riguarda il design ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l’etichettatura energetica, norme entrate in vigore dal 26 settembre 2015. Rispettano i limiti di soglia minima in classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

L’accumulo solare – ECO FRESH

Acqua calda istantanea! 20 l/min di puro comfort e risparmio energetico. Tutto in uno.

PLEION ECO FRESH: Una rivoluzionaria generazione di impianti solari compatti con stazione integrata, sistema di produzione di acqua calda sanitaria da 20 litri al minuto, innovativa centralina elettronica già cablata PLEION PB404. Il tutto premontato a bordo dell’accumulo e precablato.
Inoltre, Eco fresh permette di sfruttare l’energia del sole anche come contributo al riscaldamento ambienti, in particolare se abbinato a collettori solari sottovuoto e a sistemi di riscaldamenti a pannelli radianti.
Rispondenti alle norme della Direttiva 2009/125/CE per il design ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l’etichettatura energetica, in vigore dal 26 settembre 2015. I boiler per acqua calda di PLEION sono conformi ai requisiti minimi di classe C stabiliti dalle stesse direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Come funziona l’accumulo – ECO COMPACT DUO

Accumulo solare finalmente protagonista del tuo impianto di riscaldamento.

ECO COMPACT DUO è adatto per essere integrato nei sistemi di riscaldamento ambientale e per la produzione di acqua calda sanitaria nelle abitazioni e nelle strutture residenziali. Il serbatoio Eco Compact Duo è stato progettato con un particolare scambiatore solare per ottimizzare l’efficienza del sistema solare e garantire una perfetta integrazione con i sistemi di riscaldamento a pavimento. La stazione solare integrata, la centralina solare e il circolatore solare, tutti precablati, sono caratterizzati da un’elevata efficienza. La produzione di acqua calda sanitaria avviene con scambiatore interno tipo pipe-in-tank.
Il tutto è conforme alle Direttive 2009/125/CE per quanto riguarda la progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l’etichettatura energetica, entrate in vigore il 26 settembre 2015. Inoltre, rispettano i requisiti di soglia minima della classe C, come stabilito dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Come funzionano i boiler per acqua calda – Serie BWP

Elevate rese termiche in combinazione con Pompe di Calore con scambiatore OVERSIZE!

La serie BWP di bollitori presenta un sofisticato scambiatore a doppia spira ad ampia superficie, progettato appositamente per l’impiego con pompe di calore. Questi bollitori sono adatti per utilizzi igienici, in quanto sono rivestiti internamente con smalto vetrificato a 850°C, in conformità alla normativa DIN 4753. Grazie alla loro vasta gamma, possono soddisfare qualsiasi richiesta di consumo, rendendoli adatti per l’impiego in vari contesti, tra cui residenze, condomini, strutture alberghiere, campeggi, ecc.
Rispettano le Direttive 2009/125/CE per la progettazione ecocompatibile e la Direttiva 2010/30/UE per l’etichettatura energetica, entrate in vigore dal 26 settembre 2015. Inoltre, i boiler per acqua calda sono conformi ai limiti di soglia minima della classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Come funzionano i boiler per acqua calda – Serie BWPS

Elevate rese termiche in combinazione con Pompe di Calore con scambiatore OVERSIZE!

BWPS - linea di bollitori, progettata per la produzione di acqua calda sanitaria, è dotata di un doppio serpentino. Il serpentino superiore presenta una vasta superficie e una doppia spira in parallelo, garantendo basse perdite di carico. Questi bollitori sono appositamente progettati per integrarsi in sistemi con pompa di calore. Lo scambiatore termico inferiore dedicato ai pannelli solari è stato sviluppato in modo specifico per massimizzare l’efficienza solare dei collettori. La vetrificazione interna a 850°C, conforme alla normativa DIN 4753, li rende adatti all’uso sanitario.
Questa ampia gamma di boiler per acqua calda soddisfa una varietà di esigenze di consumo, rendendoli adatti per l’utilizzo in ambienti residenziali, condominiali, alberghieri, campeggi e altro ancora. Sono conformi alle Direttive 2009/125/CE in termini di progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE in termini di etichettatura energetica, entrate in vigore il 26 settembre 2015. Inoltre, rispettano i limiti di soglia minima della classe C, come stabilito dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Come funzionano i boiler per acqua calda – Gamma BPU

Elevate rese termiche con PDC per ACS e acqua tecnica d’impianto, con doppio volume tutto in un unico accumulo.

BPU - La gamma di accumulatori a doppio volume separato è adatta per la produzione di acqua calda sanitaria nell’accumulo superiore e per il riscaldamento/climatizzazione degli ambienti nel volume inferiore. Dotati di un singolo serpentino interno fisso nell’accumulo superiore per il trasferimento di energia mediante una pompa di calore. L’accumulo inferiore è progettato per contenere acqua tecnica calda e fredda, rendendolo adatto per la climatizzazione estiva. Il serpentino interno è progettato per garantire il massimo rendimento con pompe di calore. Adatto all’uso sanitario grazie alla vetrificazione interna a 850°C conforme alla normativa DIN 4753.
In linea con le Direttive 2009/125/CE per quanto riguarda la progettazione ecocompatibile e la Direttiva 2010/30/UE per quanto riguarda l’etichettatura energetica, queste normative sono entrate in vigore il 26 settembre 2015. I boiler per acqua calda di PLEION sono conformi ai limiti di soglia minima in classe C, come stabilito dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

La pompa di calore ad alta temperatura – JET

Pompa di calore tecnologicamente avanzata, dalle alte prestazioni e silenziosità di lavoro.
CON o SENZA serpentino solare

La Pompa di calore ad alta temperatura JET si differenzia dalle normali pompe di calore per l’erogazione di acqua calda sanitaria con un serbatoio da 300 litri. Le pompe di calore JET 300S sfruttano l’energia termica dell’aria, garantendo un’elevata efficienza energetica e contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente. Le prestazioni superiori sono ottenute attraverso uno scambiatore dedicato che integra anche l’energia solare. Dotate di tecnologia avanzata, facilità di installazione e funzionamento silenzioso, le pompe di calore JET offrono numerosi vantaggi.

Condensatore innovativo

Il condensatore di JET avvolge totalmente il boiler per acqua calda permettendo così un miglior scambio di energia rispetto ai competitor.

Controllo intelligente di fotovoltaico e solare

Le pompe termiche JET sono compatibili con SG READY (Smart Grid Ready), consentendo così una comunicazione ottimale con l’impianto fotovoltaico per aumentare in modo significativo l’autoconsumo energetico. Con l’utilizzo dell’impianto solare termico attivo, è possibile disattivare completamente il compressore e massimizzare l’integrazione dell’energia solare termica.

Anodo elettrico

JET abbandona l’uso dell’anodo al magnesio e al suo posto, viene dotata di un catodo elettrico che garantisce una manutenzione ridotta al minimo.

Settaggio 65°C

Le pompe termiche JET offrono la possibilità di regolare la temperatura fino a 65°C senza l’ausilio della resistenza elettrica.

Controllo sensore produzione continua 40°C

Attraverso a un sensore integrato nell’accumulo e comunicante con il pratico display frontale, le pompe termiche JET consentono di calcolare istantaneamente la quantità totale di litri disponibili alla temperatura di 40°C.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

BOOSTER60 - Bollitori e accumuli High-performance

BOOSTER60

KOPERNIKO - Bollitori e accumuli High-performance

KOPERNIKO

ECO COMPACT - Bollitori e accumuli High-performance

ECO COMPACT

ECO COMPACT HPS - Bollitori e accumuli High-performance

ECO COMPACT HPS

ECO FRESH - Bollitori e accumuli High-performance

ECO FRESH

ECO COMPACT DUO - Bollitori e accumuli High-performance

ECO COMPACT DUO

BPU - Bollitori e accumuli High-performance

BPU

HRWP - Bollitori e accumuli High-performance

HRWP

JET - Bollitori e accumuli High-performance

JET

Boiler con Serpentina - Serie High-Competition by Pleion

Una scelta all'avanguardia con prestazioni eccezionali sia per l'Acqua Calda Sanitaria (ACS) che per l'integrazione nel sistema di riscaldamento. La serie HIGH-COMPETITION propone boiler con serpentina affidabili, costantemente in stock, con un ottimo rapporto qualità/prezzo, posizionandosi tra le soluzioni più convenienti sul mercato. Offre inoltre un assortimento completo per rispondere a tutte le necessità di consumo.


Boiler con Serpentina - Modello BR

Un boiler con serpentina polifunzionale e flessibile con un rivestimento interno vetrificato progettato per il riscaldamento dell'acqua calda sanitaria (ACS). Dotato di un singolo serpentino, il bollitore BR, della gamma HIGH-COMPETITION, è concepito per immagazzinare acqua calda destinata all'uso igienico-sanitario.

Progettati per massimizzare l'efficienza, questi boiler con serpentina presentano uno scambiatore posizionato nella parte inferiore e punti di prelievo per l'utilizzo sanitario nella parte superiore.

La vetrificazione interna a 850°C, conforme alla normativa DIN 4753, li rende idonei per l'uso sanitario. La vasta gamma di opzioni soddisfa ogni esigenza di consumo, rendendoli adatti per installazioni in contesti residenziali, condominiali, alberghieri, campeggi, ecc.

Inoltre, essi sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per quanto riguarda il design ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, che sono entrate in vigore il 26 settembre 2015. Rispettano anche i limiti di soglia minima in classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Visita la nostra pagina dedicata al boiler con serpentina Modello BR !

Se vuoi saperne di più anche sulla nostra gamma Hi-performance la nostra sezione dedicata!


Boiler con Serpentina - Modello BRR

Uno scaldabagno con serpentina versatile con rivestimento interno vetrificato progettato per il riscaldamento dell'acqua calda sanitaria (ACS) si presenta come una soluzione multiuso.

Appartenente alla gamma HIGH-COMPETITION, il boiler BRR è caratterizzato da un doppio serpentino interno, pensato per immagazzinare acqua calda destinata a usi igienico-sanitari.

Questi boiler con serpentina sono progettati con l'obiettivo di massimizzare l'efficienza, posizionando uno scambiatore solare nella parte bassa e un secondo scambiatore nella parte alta.

L'energia catturata dai collettori solari viene trasferita all'acqua sanitaria contenuta nel bollitore attraverso un apposito scambiatore solare. La vetrificazione interna, eseguita in forno a 850°C in conformità alla normativa DIN 4753, li rende idonei all'uso sanitario.

La gamma completa soddisfa diverse esigenze di consumo, rendendo questi boiler con serpentina adatti per installazioni in contesti residenziali, condominiali, alberghieri, campeggi, eccetera.

Inoltre, essi sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per quanto riguarda la progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, entrate in vigore il 26 settembre 2015. Rispettano anche i limiti di soglia minima in classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Visita la nostra pagina dedicata al boiler con serpentina Modello BRR !


Accumulo senza Serpentina – Modelli P e PS

Completamente isolati per garantire prestazioni eccezionali e una lunga durata nel tempo. La linea di accumuli Puffer HIGH-COMPETITION (senza scambiatori) P e PS offre una soluzione versatile per il contenimento di acqua tecnica d'impianto.

Costruiti in acciaio S 235 JR e privi di serpentini interni, questi accumuli presentano quattro manicotti su ciascun lato per massimizzare la flessibilità di installazione.

Questi accumuli rispettano le Direttive 2009/125/CE per la progettazione ecocompatibile e la Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, entrate in vigore il 26 settembre 2015. Sono conformi ai limiti di soglia minima della classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

La variante P presenta quattro manicotti su ciascun lato, dotati di quattro pozzetti portasonde. L'isolamento è realizzato in poliuretano rigido con finitura esterna in PVC di colore bianco, mentre la versione PS, oltre a essere adatta per acqua tecnica calda e fredda, dispone di un isolamento in poliuretano schiumato direttamente, rendendolo utilizzabile anche per acqua di riscaldamento fino a 500 litri compresi.

Visita la nostra pagina dedicata al serpentina boiler Modello P e Modello PS !


Accumuli con Serpentina - Modello PR

Integrazione dedicata a caldaie e pannelli solari, con un singolo serpentino. La linea di accumuli Puffer HIGH-COMPETITION con uno scambiatore, denominata PR, offre una soluzione mono serpentino ideale per il contenimento di acqua tecnica d'impianto.

Questi boiler con serpentina sono progettati per integrarsi con il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria attraverso un modulo esterno. Lo scambiatore interno, posizionato nella parte inferiore dell'accumulo, è ottimizzato per massimizzare l'efficienza di scambio sia con i collettori solari che con i generatori di calore.

La vasta gamma di opzioni si adatta a diverse esigenze di consumo, rendendo questi boiler con serpentina adatti per installazioni in contesti residenziali, condominiali, alberghieri, campeggi, e così via.

Inoltre, sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per la progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, in vigore dal 26 settembre 2015. Rispettano i limiti di soglia minima della classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

L'isolamento è realizzato in poliuretano rigido o morbido, con una finitura esterna in PVC di colore bianco.

Visita la nostra pagina dedicata allo scaldabagno con serpentina Modello PR !


Accumuli con Serpentina - Modello PRR

Il boiler con serpentina del Modello PRR è dotato di un sistema di integrazione dedicato a caldaie e pannelli solari con un secondo scambiatore per fonte di calore ausiliaria.

Questo modello ha una struttura a doppio serpentino. Gli accumuli Puffer della linea HIGH-COMPETITION con due scambiatori interni, identificati con la sigla PRR, costituiscono una gamma versatile per il contenimento di acqua tecnica d'impianto.

Sono progettati per integrarsi con il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria tramite un modulo esterno. Lo scambiatore interno, posizionato nella parte inferiore dell'accumulo, è ottimizzato per garantire il massimo rendimento di scambio termico sia con i collettori solari che con i generatori di calore.

Allo stesso modo, il secondo scambiatore, situato nella parte superiore del boiler con serpentina, assicura un elevato scambio termico con tutti i generatori di calore ad alta temperatura di mandata, come i termo-camini.

La vasta gamma di opzioni di questa serie soddisfa diverse esigenze di consumo, rendendo questi accumuli adatti per installazioni in ambienti residenziali, condominiali, alberghieri, campeggi, eccetera. Inoltre, sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per quanto riguarda la progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, entrate in vigore il 26 settembre 2015, e rispettano i limiti di soglia minima della classe C, imposti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Il modello PRR è caratterizzato da due scambiatori fissi, un elevato numero di manicotti per massimizzare la versatilità d'impianto, isolamento in poliuretano rigido a calotta, asportabile, e una finitura esterna in PVC di colore bianco.

Visita la nostra pagina dedicata al boiler con serpentina Modello PRR !


Accumulo con Serpentina - Modello HR

Massima efficienza nell'utilizzo dell'energia solare per generare acqua calda sanitaria e integrare il riscaldamento degli ambienti. Struttura a doppio serpentino.

Gli accumuli Puffer della serie HIGH-COMPETITION con scambiatore solare e ACS pipe in tank, identificati dalla sigla HR, costituiscono una gamma di boiler a doppio serpentino interno progettati per il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria in contesti domestici e residenziali. Questi accumulatori sono adatti per contenere acqua tecnica calda.

Il serpentino, posizionato nella parte inferiore dell'accumulo, è appositamente progettato per massimizzare lo scambio termico con i collettori solari. La produzione istantanea di acqua calda avviene attraverso un serpentino interno in acciaio inox corrugato che si estende per l'intero volume dell'accumulo.

Questi boiler con serpentina sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per la progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, in vigore dal 26 settembre 2015. Rispettano anche i limiti di soglia minima della classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Il boiler con serpentina del modello HR presenta due scambiatori fissi, di cui uno dedicato alla produzione di acqua calda sanitaria in acciaio inox V4A corrugato. Dispone di otto manicotti posizionati a diverse altezze, con ferma-sonda che si estende per tutta l'altezza dell'accumulo.

L'isolamento è realizzato in poliuretano rigido a calotta, con una finitura esterna in PVC di colore bianco.

Visita la nostra pagina dedicata al boiler con serpentina Modello HR !


Accumuli con Serpentina - Modello HRR

Generazione congiunta di acqua calda sanitaria (ACS) e integrazione al riscaldamento tramite più generatori di calore. Struttura a triplo serpentino.

Gli accumuli Puffer della serie HIGH-COMPETITION con scambiatore solare, ACS pipe in tank, e uno scambiatore ausiliario, designati con la sigla HRR, rappresentano una gamma di accumuli a triplo serpentino internamente progettati per il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria in contesti domestici e residenziali. Questi accumuli sono adatti per contenere acqua tecnica calda.

Il primo serpentino, posizionato nella parte inferiore dell'accumulo, è ottimizzato per massimizzare lo scambio termico con i collettori solari.
Il secondo serpentino, posizionato nella parte superiore, è progettato per lo scambio di energia con una seconda fonte di calore. La produzione istantanea di acqua calda avviene attraverso un serpentino interno in acciaio inox corrugato.

Questi boiler con serpentina sono conformi alle Direttive 2009/125/CE per la progettazione ecocompatibile e alla Direttiva 2010/30/UE per l'etichettatura energetica, in vigore dal 26 settembre 2015. Rispettano inoltre i limiti di soglia minima della classe C, stabiliti dalle stesse Direttive a partire dal 26 settembre 2017.

Il modello HRR presenta tre scambiatori fissi, di cui uno dedicato alla produzione di ACS in acciaio inox V4A corrugato. Dispone di otto manicotti posizionati a diverse altezze, con ferma sonda che si estende per tutta l'altezza dell'accumulo. L'isolamento è realizzato in poliuretano morbido, con una finitura esterna in PVC di colore bianco.

Visita la nostra pagina dedicata al boiler con serpentina Modello HRR !

Se vuoi sapere di più su tutti i boiler 100 litri con serpentina o dei boiler 80 litri con serpentina visita il nostro Blog !


Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

BR-ZN - Bollitori e Accumuli High-competition

BR-ZN

BR - Bollitori e Accumuli High-competition

BR

BRR-ZN - Bollitori e Accumuli High-competition

BRR-ZN

BRR - Bollitori e Accumuli High-competition

BRR

BWP-ZN - Bollitori e Accumuli High-competition

BWP-ZN

BWP - Bollitori e Accumuli High-competition

BWP

BWPS-ZN - Bollitori e Accumuli High-competition

BWPS-ZN

BWPS - Bollitori e Accumuli High-competition

BWPS

P - Bollitori e Accumuli High-competition

P

PS - Bollitori e Accumuli High-competition

PS

PR - Bollitori e Accumuli High-competition

PR

PRR - Bollitori e Accumuli High-competition

PRR

HR - Bollitori e Accumuli High-competition

HR

HRR - Bollitori e Accumuli High-competition

HRR

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Scopri il comfort termico avanzato offerto dai pannelli radianti a pavimento, un sistema rivoluzionario per il riscaldamento e il raffrescamento domestico. Attraverso una guida esaustiva, esploreremo i vantaggi, le differenze con i tradizionali termosifoni, le fonti rinnovabili e forniremo consigli pratici per sfruttare al meglio questo innovativo approccio. Dal risparmio energetico alle migliori scelte di pavimentazione, preparati a immergerti in un mondo di calore invisibile e comfort.

Se stai cercando una soluzione di riscaldamento innovativa e confortevole per la tua casa, i pannelli radianti a pavimento potrebbero essere la risposta perfetta alle tue esigenze. In questo articolo, esploreremo in dettaglio le diverse sfaccettature di questa tecnologia, rispondendo alle domande più comuni.

A cosa servono i pannelli radianti a pavimento

I pannelli radianti a pavimento sono progettati per offrire un riscaldamento uniforme e confortevole in tutta la casa. Questa tecnologia sfrutta la capacità di irraggiamento termico, eliminando la necessità di radiatori o altri sistemi di riscaldamento tradizionali. Il pannello radiante a pavimento può essere utilizzato sia per il riscaldamento che per il raffreddamento degli ambienti, offrendo una flessibilità notevole in ogni stagione.

Che caldaia serve per il riscaldamento con pannelli radianti a pavimento

Qualsiasi. Infatti, ogni caldaia è adatta e compatibile con un impianto radiante. Il nostro consiglio è un abbinamento con pompa di calore per sfruttare al meglio l’impianto il che contribuirà non solo al corretto funzionamento dei pannelli per riscaldamento a pavimento ma anche al mantenimento del calore termico, il quale a sua volta andrà ad impattare positivamente offrendo a una maggiore efficienza energetica.

Che spessore serve per il riscaldamento a pavimento radiante

Lo spessore del materiale dei pannelli radianti per riscaldamento a pavimento che viene utilizzato dipende da diversi fattori, come il tipo di pavimento e la tecnologia dei pannelli stessi. In genere, lo spessore varia da 30-100 millimetri. Tuttavia, è fondamentale seguire le indicazioni del produttore e considerare le specifiche del pavimento in uso. Un’installazione accurata garantirà un funzionamento ottimale del sistema radiante a pavimento e massimizzerà l’efficienza energetica complessiva.

Che tipo di piastrelle per riscaldamento a pavimento

Quando si sceglie il pavimento radiante per un sistema di riscaldamento, è essenziale considerare la conducibilità termica del materiale. Le piastrelle in ceramica o porcellana si rivelano opzioni eccellenti in quanto conducono il calore in modo efficiente e distribuiscono uniformemente il calore nell’ambiente. La loro resistenza alle variazioni di temperatura le rende perfette per accompagnare i pannelli radianti a pavimento, offrendo un pavimento caldo e confortevole.

Come funziona il sistema di riscaldamento a pavimento

Il sistema di riscaldamento a pavimento radiante opera attraverso una rete di tubi sotto il pavimento stesso. Un fluido termoconduttore, come acqua o liquido antigelo, circola attraverso questi tubi, trasferendo il calore al pavimento e irradiandolo nell’ambiente circostante. Questo metodo di riscaldamento, caratteristico dei pannelli radianti a pavimento, garantisce una distribuzione uniforme del calore, eliminando gli spiacevoli sbalzi di temperatura e creando un calore costante.

Come funziona il riscaldamento a pavimento radiante

I pannelli radianti per riscaldamento a pavimento sfruttano il principio dell’irraggiamento termico. Questo sistema utilizza pannelli radianti posati sotto il pavimento, che emettono calore direttamente verso gli oggetti e le persone presenti nella stanza. Questa tecnologia offre una risposta e un controllo preciso della temperatura, contribuendo a creare un ambiente caldo e accogliente.

Come sfruttare al meglio il riscaldamento a pavimento

1. Programmazione Intelligente:
Sfrutta la programmazione del sistema radiante a pavimento per adattare il riscaldamento alle tue routine quotidiane. Riduci la temperatura quando non sei in casa e aumentala prima del tuo ritorno per massimizzare l’efficienza energetica dei pannelli pavimento.

2. Zonizzazione:
Se possibile, suddividi la tua casa in zone termiche controllabili separatamente. Questo consente di adattare la temperatura in base alle esigenze specifiche di ciascuna area, ottimizzando il comfort e riducendo i consumi dei pannelli riscaldamento pavimento.

3. Manutenzione:
la manutenzione viene fatta solo quando necessaria. Generalmente infatti, una volta posato di solito si tocca il meno possibile.

Come funziona il collettore del riscaldamento a pavimento

Il collettore è il cuore del sistema di riscaldamento a pavimento. Esso regola il flusso del fluido termoconduttore attraverso i diversi circuiti di riscaldamento. Il collettore distribuisce in modo uniforme la temperatura desiderata in ogni zona della casa, garantendo un riscaldamento omogeneo. Alcuni collettori sono dotati di valvole di miscelazione per regolare la temperatura del fluido in base alle esigenze specifiche della zona servita.

Come regolare i flussometri del riscaldamento a pavimento

1. Bilanciamento del Sistema:
Regolare i flussometri è fondamentale per bilanciare il sistema, assicurando che ciascun circuito riceva la giusta quantità di calore. Monitora attentamente le temperature nelle diverse zone e regola i flussometri di conseguenza per garantire un riscaldamento uniforme da parte dell’impianto a pannelli radianti a pavimento.

2. Collaudo e Regolazione Iniziale:
Durante l’installazione, esegui un collaudo del sistema e regola i flussometri iniziali. Questo passo iniziale è cruciale per evitare squilibri e ottimizzare il funzionamento dell’impianto a pannelli radianti a pavimento.

Come funziona l’impianto di raffrescamento a pavimento

A differenza del riscaldamento, il raffrescamento a pavimento sfrutta il principio dell’assorbimento di calore. In questo caso, il fluido termoconduttore circola attraverso i tubi o i pannelli radianti a pavimento, assorbendo il calore dalla stanza. Il calore viene poi dissipato attraverso il sistema di raffreddamento, contribuendo a mantenere una temperatura piacevole nell’ambiente. Questo metodo offre un raffrescamento uniforme, eliminando fastidiosi flussi d’aria e garantendo un comfort ottimale garantito dai pannelli riscaldamento a pavimento.

Cosa significa pannelli radianti annegati nella struttura

Quando si parla di pannelli radianti a pavimento annegati nella struttura, ci si riferisce all’integrazione dei sistemi di raffrescamento o riscaldamento direttamente nel massetto di pavimentazione. Questo approccio offre numerosi vantaggi, come una risposta termica più rapida e una distribuzione più uniforme della temperatura. I pannelli radianti annegati nella struttura risultano praticamente invisibili, poiché sono posizionati direttamente sotto il pavimento, offrendo un’estetica pulita e moderna agli ambienti.

Dove si trovano i pannelli radianti

I pannelli radianti possono essere installati in diversi modi, a seconda delle esigenze e delle preferenze dell’utente. Possono essere posti sotto il pavimento, come menzionato in precedenza, oppure integrati nel soffitto o addirittura nelle pareti. La scelta della posizione dipende dalle caratteristiche strutturali della casa e dalle preferenze estetiche. Tuttavia, l’installazione sotto il pavimento è una delle opzioni più comuni e apprezzate, poiché offre una distribuzione uniforme del calore o del fresco in tutto l’ambiente.

Qual è il pavimento migliore per il riscaldamento a pavimento

La scelta del pavimento per il riscaldamento è cruciale per garantire una distribuzione uniforme del calore. Materiali con elevata conducibilità termica, come ceramica, porcellana, o pietra naturale, sono ottimali in quanto conducono il calore in modo efficiente. Il legno e il laminato sono anch’essi opzioni valide, ma è essenziale verificare la compatibilità con il pannello per riscaldamento a pavimento per evitare danni nel tempo.

Quale fonte rinnovabile si usa per i pavimenti radianti

Il riscaldamento a pavimento può essere reso ancora più sostenibile utilizzando fonti rinnovabili. L’energia solare termica può essere impiegata per riscaldare il fluido termoconduttore nei pannelli radianti a pavimento. L’adozione di queste fonti riduce l’impatto ambientale e contribuisce a un sistema di riscaldamento a basso impatto.

Quanti pannelli solari termici per riscaldamento a pavimento

Il numero di pannelli solari termici necessari dipende da diversi fattori, tra cui la dimensione della casa, la posizione geografica e il fabbisogno energetico. In generale, è consigliabile consultare un professionista per una valutazione personalizzata. Tuttavia, una stima approssimativa può prevedere l’installazione di 2-3 metri quadrati di pannelli solari termici per ogni 10 metri quadrati di superficie riscaldata. Questa cifra può variare in base alle specifiche dell’edificio e alle condizioni climatiche locali.

Quali sono i vantaggi del riscaldamento a pavimento

1. Comfort Uniforme:
Il riscaldamento con pannelli radianti a pavimento offre una distribuzione uniforme del calore, eliminando fastidiosi sbalzi termici presenti nei sistemi tradizionali.

2. Risparmio Energetico:
Grazie alla bassa temperatura richiesta per il funzionamento, il riscaldamento con pannelli radianti a pavimento può essere associato a fonti di energia rinnovabile, contribuendo al risparmio energetico complessivo.

3. Estetica Pulita:
Senza la presenza di radiatori o termosifoni, il pavimento radiante permette una libertà estetica nella disposizione dei mobili e una pulizia visiva degli ambienti.

4. Efficienza:
Il riscaldamento a pavimento risponde rapidamente alle variazioni di temperatura, garantendo un controllo preciso e una gestione efficiente del comfort termico.

Quali sono le differenze tra l’impianto a termosifoni e l’impianto a pavimento radiante

1. Distribuzione del Calore:
Negli impianti a termosifoni, il calore si diffonde principalmente per convezione, creando zone più calde vicino ai radiatori. In un sistema a pavimento radiante, il calore si irradia uniformemente dal pavimento, eliminando differenze di temperatura notevoli.

2. Estetica:
Gli impianti a termosifoni richiedono spazio per i radiatori, influenzando la disposizione dei mobili. Il riscaldamento a pavimento, invece, è invisibile e non limita la progettazione degli interni.

3. Efficienza Energetica:
Il riscaldamento a pavimento funziona a temperature più basse rispetto agli impianti a termosifoni, rendendolo compatibile con sistemi di riscaldamento alimentati da fonti rinnovabili.

Quando conviene il riscaldamento a pavimento

1. Nuove Costruzioni o Ristrutturazioni:
Il riscaldamento con pannelli radianti a pavimento è particolarmente vantaggioso durante la costruzione di una nuova casa o in caso di ristrutturazioni, quando è possibile integrare il sistema direttamente nella struttura.

2. Ambienti di Grandi Dimensioni:
In spazi ampi, il riscaldamento a pavimento offre una distribuzione uniforme del calore senza la necessità di radiatori aggiuntivi, garantendo il massimo comfort termico.

3. Fonti di Energia Rinnovabile:
Se si dispone di fonti di energia rinnovabile, come pannelli solari termici o pompe di calore geotermiche, il riscaldamento con pannelli radianti a pavimento diventa particolarmente conveniente, contribuendo a ridurre l’impatto ambientale.

Quante ore deve stare acceso il riscaldamento a pavimento radiante

La durata di accensione del riscaldamento a pavimento dipende dalle esigenze climatiche locali e dalle preferenze personali. Tuttavia, grazie alla sua efficienza, il riscaldamento con pannelli radianti a pavimento può essere programmato per funzionare per meno ore rispetto ai sistemi tradizionali, mantenendo comunque il comfort termico desiderato. In media, il sistema può essere attivo per circa 8-12 ore al giorno durante la stagione fredda.

Quanto si risparmia con un impianto a pavimento radiante

Il risparmio energetico con un impianto a pannello radiante a pavimento dipende da diversi fattori, tra cui la tipologia di sistema, la qualità dell’isolamento della casa e l’efficienza della fonte di calore. In generale, il riscaldamento a pavimento può portare a risparmi significativi, poiché opera a temperature più basse rispetto ai sistemi tradizionali. L’utilizzo di fonti di energia rinnovabile contribuirà ulteriormente a ridurre i costi operativi.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PLEIMASTER F1400 - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEIMASTER F1400

PLEIMASTER DUO F1400 - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEIMASTER DUO F1400

PLEISLIM - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEISLIM

PLEIPLATE F1400 - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEIPLATE F1400

PLEIKLETT - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEIKLETT

DRYFLOOR 200 - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

DRYFLOOR 200

PLEIXPS - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEIXPS

PLEICEILING - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

PLEICEILING

SMART 8 - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

SMART 8

RACCORDI - Pannelli Radianti a Pavimento, a soffitto e a parete

RACCORDI

Che tubo si usa per il riscaldamento a pavimento per impianti radianti?

Per gli impianti di riscaldamento a pavimento radiante, viene spesso utilizzato il tubo per riscaldamento in polietilene reticolato (PEX).

Il PEX è un materiale plastico flessibile e resistente che può sopportare temperature elevate e distribuire in modo efficiente il calore sotto il pavimento. Il PEX viene utilizzato per i suoi vantaggi di flessibilità, facilità di installazione e resistenza alle alte temperature.

Che temperatura regge il tubo multistrato per impianti radianti?

I tubi per riscaldamento utilizzati per gli impianti radianti possono reggere temperature dell'acqua fino a circa 35°C in modo continuativo.

Questa temperatura è ideale per il funzionamento efficiente di un sistema di riscaldamento a pavimento, dove l'acqua calda viene distribuita attraverso il tubo per riscaldare uniformemente il pavimento e quindi l'ambiente circostante.

Quando si usa il tubo multistrato per impianti radianti?

I tubi riscaldamento sono utilizzati per gli impianti radianti a pavimento quando si desidera un sistema di riscaldamento uniforme, efficiente ed economico.

Questo tipo di tubazioni riscaldamento sono adatti per applicazioni residenziali, commerciali e industriali dove il riscaldamento a pavimento offre comfort termico e risparmio energetico.

I tubi multistrato per impianti radianti sono scelti per la durata nel tempo e la capacità di distribuire uniformemente il calore nel pavimento senza rischi di danni o perdite.

Pleipro C

PLEIPRO C è una tubazione per riscaldamento ad alta densità in polietilene reticolato prodotto con il metodo C a raggi di elettroni β, con classificazione nel gruppo PE-Xc, conforme alle norme EN ISO 15875-2 e DIN 4726 per l'impermeabilità all'ossigeno della barriera EVOH e i raggi minimi di curvatura.

I test di conformità sono condotti regolarmente presso i laboratori SKZ. Il tubo PEX-c 8 è ideale per sistemi di riscaldamento radiante a parete e soffitto.

Perché Scegliere Pleipro C?

La barriera EVOH mantiene nel tempo l'impermeabilità all'ossigeno.

La struttura composita di queste tubazioni per riscaldamento offrono elevata flessibilità per una posa agevole senza compromettere le caratteristiche idrauliche e fisiche.

Protezione

PLEIPRO ha una struttura a 3 strati:

Strato interno in PE-Xc con superficie liscia esterna.
Strato intermedio con sottile strato di materiale polimerico adesivo che collega i due strati PE-Xc ed EVOH.
Strato esterno di EVOH, un copolimero che funge da barriera all'ossigeno, prevenendo l'ossidazione e la corrosione dei componenti metallici dell'impianto.

Pleistar M

PLEISTAR M è un tubo multistrato ottenuto tramite estrusione di un tubo in polietilene ad alta densità reticolato mediante il processo chimico PE-Xb – Al – PE-Xb.

Perché Pleistar M?

Questo tubo riscaldamento assicura un'ottima lavorabilità in cantiere e una lunga durata dell’impianto in condizioni di temperature e pressioni elevate grazie alle sue proprietà meccaniche.

Gli strati diversi sono uniti con collanti speciali che garantiscono una struttura omogenea con elevate resistenze meccaniche alle variazioni di temperatura e pressione.

Protezione

Le tubazioni riscaldamento PLEISTAR M presentano una struttura composta da 5 strati:

Strato interno in PE-Xb, un polietilene ad alta densità reticolato.
Strato di adesivo polimerico.
Strato di alluminio formato cilindricamente sullo strato interno in materiale plastico, saldato sulle estremità lungo tutta la giunzione.
Ulteriore strato di adesivo polimerico.
Strato esterno in PE-Xb, un polietilene ad alta densità.

Pleitrust

PLEITRUST sono tubi per impianto riscaldamento radiante in polietilene ad alta resistenza termica progettati per essere conformi alla norma EN ISO 22391 certificata dall'istituto SKZ, dotati di barriera all'ossigeno EVOH secondo la norma DIN 4726.

Perché Pleitrust?

Questi tubi per impianto riscaldamento offrono una posa facile e veloce grazie alla sua leggerezza e flessibilità estreme.

La scabrezza interna è ridotta, minimizzando le perdite di carico, e mantiene un alto grado di flessibilità anche a basse temperature.

Protezione

La struttura dei tubi per impianti di riscaldamento PLEITRUST comprende 5 strati:

Strato interno in PE-RT, un polietilene a resistenza termica migliorata non reticolato con superficie interna liscia.
Strato di adesivo polimerico.
Strato di EVOH di alcuni decimi di micron, che funge da barriera all'ossigeno per prevenire l'ossidazione e la corrosione dei componenti metallici dell'impianto.
Ulteriore strato di adesivo polimerico.
Strato esterno in PE-Xb, un polietilene ad alta densità reticolato tramite metodo a silani.

Klett Pipe

Tubo Pe-Rt Con Barriera All’ossigeno, Avvolto Con Velcro KLETTPIPE è un tubo PE-RT pre-attrezzato con un sistema velcro a spirale, innovativo e affidabile. Questo sistema consente una facile installazione e riposizionamento senza compromettere le funzioni isolanti dei pannelli.

È veloce da fissare con una sola operazione, senza bisogno di attrezzi o materiali aggiuntivi. Il sistema di fissaggio KLETT offre una tenuta meccanica elevata e permette un riposizionamento agevole.

STRUTTURA A 5 STRATI, CON BARRIERA ALL’OSSIGENO IN EVOH.
IL TUBO KLETTPIPE IN PE-RT È PRODOTTO IN CONFORMITÀ AGLI STANDARD:
AENOR (SPAGNA), SKZ (GERMANIA), DIN CERTCO (GERMANIA), IIP (ITALIA), KOMO (PAESI BASSI).

Pleistar

PLEISTAR è un tubo in polietilene reticolato a 5 strati progettato specificamente per impianti di riscaldamento radiante, realizzato con resine HMW-HDPE.

La reticolazione avviene durante il processo di lavorazione utilizzando perossidi. Questo processo crea un legame stabile tra le catene polimeriche adiacenti, conferendo al tubo resistenza elevata alla pressione, alla corrosione e alle variazioni di temperatura.

Il tubo è conforme agli standard europei della norma EN ISO 15875 e certificato dal protocollo HR 3.2 dell'istituto SKZ, dotato di barriera all'ossigeno EVOH secondo la norma DIN 4726.

Perché Pleistar?

Il rivestimento superficiale in polietilene protegge efficacemente la barriera EVOH da urti e abrasioni, garantendo nel tempo l'impermeabilità all'ossigeno. Questo assicura una migliore protezione degli elementi dell'impianto dall'ossidazione e riduce il rischio di sporcizia.

La struttura composita del tubo PLEISTAR offre elevata flessibilità per una posa agevole, senza compromettere le caratteristiche idrauliche e fisiche del tubo.

Protezione

Il tubo per riscaldamento PLEISTAR è costituito da 5 strati:

Strato interno in PE-Xa, un polietilene ad alta densità reticolato con metodo a perossidi.
Strato di adesivo polimerico.
Strato intermedio di alcune decine di micron di EVOH (etilen-vinil-alcool), un copolimero che funge da barriera all'ossigeno per prevenire l'ossidazione, la corrosione e la formazione di alghe e microorganismi.
Ulteriore strato di adesivo polimerico.
Strato protettivo esterno in polietilene.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PLEISTAR - Tubazioni Riscaldamento: l’Affidabilità firmata Pleion

PLEISTAR

PLEITRUST - Tubazioni Riscaldamento: l’Affidabilità firmata Pleion

PLEITRUST

PLEISTAR M - Tubazioni Riscaldamento: l’Affidabilità firmata Pleion

PLEISTAR M

PLEIPRO C - Tubazioni Riscaldamento: l’Affidabilità firmata Pleion

PLEIPRO C

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PLEITECNO FC - Collettori

PLEITECNO FC

PLEIDYNAMIC 1’’ - Collettori

PLEIDYNAMIC 1’’

PLEIMIX 3T - Collettori

PLEIMIX 3T

PLEITECNO 1’’¼ - Collettori

PLEITECNO 1’’¼

PREMIX - Collettori

PREMIX

PLEITECNO MAXI - Collettori

PLEITECNO MAXI

PLEIBOX - Collettori

PLEIBOX

22CX - Collettori

22CX

Pleion offre una varietà di gruppi di distribuzione progettati per soddisfare le specifiche esigenze dei clienti in sistemi di riscaldamento e raffrescamento.

Questi gruppi includono soluzioni di distribuzione diretta e mista, dotate di valvole e circolatori per garantire un controllo preciso della temperatura. Inoltre, vengono proposti collettori complanari in ottone per il collegamento efficiente di più gruppi di distribuzione.

Questi sistemi assicurano una gestione indipendente della portata del calore rispetto ai circuiti di riscaldamento, completi di isolamento e accessori per una corretta installazione.

Cerchi informazioni sui gruppi di distribuzione? Contatta il nostro team di esperti!

Come funziona un impianto di distribuzione?

La distribuzione di un impianto si ottiene utilizzando gruppi di pompaggio per spingere fluidi come acqua o altri liquidi attraverso un sistema di condotte o tubazioni.

Questi gruppi di distribuzione sono costituiti da pompe di circolazione che possono essere diretti o con valvola miscelatrice.

L’obiettivo principale di un impianto di distribuzione è garantire il flusso in determinati processi, come nel caso degli impianti di riscaldamento ne di raffrescamento.

Pleiforce DN 25/32

Pleion offre diverse tipologie di Gruppi di distribuzione, ognuno adatto alle specifiche esigenze del cliente e della situazione.

Tra questi vediamo:

• Gruppo di distribuzione Diretto: Pleiforce D25 - D32
• Miscelazione con regolazione climatica: Pleioforce C25 – C32
• Miscelazione con controllo a temperatura Costante: Pleiforce Te25 – Te32

La gamma PLEIFORCE include gruppi di distribuzione per l’impianto radiante di riscaldamento e/o raffrescamento diretti o con valvola miscelatrice. La speciale valvola miscelatrice ha una forma ottimizzata per un’azione progressiva grazie alla quale si ottiene una regolazione della temperatura di estremamente stabile.

La valvola miscelatrice può essere impostata tramite regolatore climatico oppure tramite servomotore con controllo elettronico incorporato a temperatura costante.

Diretto: Pleiforce D25 - D32

Pleiforce è un gruppo di distribuzione diretto (senza valvola miscelatrice) completo di circolatore, valvole di intercettazione, alloggiamento per sensore di temperatura di mandata e termometri su mandata e ritorno.

Miscelazione con regolazione climatica: Pleioforce C25 – C32

Il nostro gruppo di distribuzione è completo di circolatore, valvola miscelatrice a 3 vie con geometria ottimizzata per un’azione progressiva, valvole di intercettazione, alloggiamento per il sensore di temperatura di mandata e termometri su mandata e ritorno.

Questo sistema è disponibile nelle versioni DN25 e DN32 e offre la flessibilità di essere montato con il circolatore posizionato a sinistra o a destra.

Il modello PLEIFORCE C è equipaggiato con un servomotore per la valvola a 3 vie di tipo a 3 punti, gestibile tramite regolatore climatico.

Le dimensioni sono B250 x H450 x P185 mm.

Per quanto riguarda il PLEIFORCE Te, questo è dotato di un servomotore con controllo elettronico integrato a temperatura costante, il che significa che non richiede un regolatore esterno.
Le dimensioni sono B250 x H450 x P185 mm.

BI-ZONA 25

La combinazione dei gruppi di pompaggio PLEIFORCE D25 e C25 nel gruppo BI-ZONA 25 rappresenta la soluzione più efficiente e compatta per gestire un impianto a bassa temperatura con due zone, quando la pompa caldaia non è sufficiente per gestire due collettori separati (PLEIFORCE D25).

Questa combinazione può anche essere utilizzata per un sistema misto di riscaldamento a pavimento e radiatori, con una caldaia ad alta temperatura che fornisce direttamente il calore ai radiatori e il PLEIFORCE C25 che gestisce la zona del riscaldamento a pavimento.

PLEIMEET 25/32: Collettore complanare multizona

Il collettore complanare in ottone è destinato all’utilizzo in impianti di riscaldamento o raffrescamento e include una coibentazione rigida.

È progettato per consentire il collegamento in parallelo di più gruppi di distribuzione PLEIFORCE D/C/Te. Gli attacchi sono realizzati con battuta piana per una connessione sicura e affidabile.

Separatore Idraulico 25/32

Assicura una totale separazione tra la portata del generatore di calore e la portata dei circuiti di riscaldamento.

Include un’adeguata coibentazione e connessioni per l’installazione di una valvola di sfiato dell’aria e di un rubinetto di scarico.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PLEIFORCE DN 25/32 - Gruppi di distribuzione Pleion: Affidabilità, Potenza e Durata

PLEIFORCE DN 25/32

BI-ZONA 25 - Gruppi di distribuzione Pleion: Affidabilità, Potenza e Durata

BI-ZONA 25

PLEIMEET 25/32 - Gruppi di distribuzione Pleion: Affidabilità, Potenza e Durata

PLEIMEET 25/32

SEPARATORE IDRA 25-32 - Gruppi di distribuzione Pleion: Affidabilità, Potenza e Durata

SEPARATORE IDRA 25-32

Presentiamo una panoramica dettagliata dei dispositivi di deumidificazione ambienti e ventilazione prodotti da Pleion, progettati per garantire un controllo ottimale dell’umidità e della temperatura negli ambienti dotati di impianti di raffrescamento a pannelli radianti. Pleion offre una vasta gamma di soluzioni, dalle unità di deumidificazione ambienti isotermiche ai recuperatori di calore ad alta efficienza, fornendo prestazioni elevate e risparmio energetico.

Perché scegliere la Deumidificazione ambienti e ventilazione di Pleion?

I dispositivi di deumidificazione ambienti di Pleion vengono impiegati per controllare l’umidità dove è installato un sistema di raffreddamento a pannelli radianti.

Gli apparecchi della serie PLEIWALL e PLEITOP nella loro configurazione STANDARD includono una batteria per il raffreddamento prima e dopo il processo di deumidificazione, garantendo così la deumidificazione isotermica senza alterare la temperatura dell’aria trattata.

Ragioni per preferire i dispositivi di deumidificazione ambienti di Pleion:

• I dispositivi di deumidificazione ambienti di Pleion sono dispositivi silenziosi;
• Sono dotati di una struttura in acciaio zincato con pannelli rimovibili;
• Possiedono un compressore ermetico alternativo con protezione termica e isolamento acustico, montato su supporti antivibranti;
• Caratterizzati da un sistema di raffreddamento costituito da evaporatore e condensatore in tubi di rame e lamelle in alluminio con passo di 2,8 mm;
• I dispositivi di deumidificazione ambienti hanno un ventilatore centrifugo a bassa rumorosità in materiale termoplastico con diametro della girante di 144 mm; • Sono dotati di un filtro dell’aria sintetico lavabile e facilmente sostituibile;
• I dispositivi di deumidificazione ambienti montano un microprocessore per il controllo dello sbrinamento, gestione del ritardo del compressore e degli allarmi;
• Ogni dispositivo di deumidificazione ambienti è sottoposto a test di tenuta del circuito frigorifero, scarica elettrica e collaudo funzionale.

La versione DUO dei deumidificatori Pleion è dotata di un doppio scambiatore, uno per il refrigerante-acqua e uno per il refrigerante-aria, consentendo così il funzionamento sia come dispositivo di deumidificazione ambienti isotermico che come climatizzatore per garantire un controllo ottimale anche della temperatura.

Dispositivo di deumidificazione ambienti: PLEIWALL 30/DUO 30

Il loro funzionamento, regolato da umidostati (Pleitouch), mantiene costante l’umidità ambiente al livello desiderato, prevenendo la formazione di condensa sui pannelli radianti e migliorando la capacità di raffreddamento del sistema.

I dispositivi di deumidificazione ambienti sono dotati di batterie, per il raffreddamento prima e dopo il processo di deumidificazione, assicurando prestazioni e controllo ottimali della temperatura dell’aria trattata.

I dispositivi di deumidificazione ambienti della versione Pleiwall sono dotati di una sonda limite per il controllo della temperatura dell’acqua in ingresso alla batteria, mentre la versione DUO dispone anche di un pressostato per l’alta pressione.

I dispositivi di deumidificazione ambienti sono progettati per l’installazione a parete, consentendo di nascondere completamente l’unità all’interno della struttura edilizia. La controcassa e la griglia frontale sono vendute separatamente. Tutte le unità sono conformi alle normative europee e dotate di marcatura CE.

Visita il Nostro sito per tante altre soluzioni innovative per il tuo risparmio energetico!

Dispositivi di deumidificazione ambienti: VERSIONE PLEIWALL DUO

Il sistema di deumidificazione ambienti della versione Pleiwall Duo è equipaggiato con un doppio condensatore (aria e acqua) e un software specifico che gli consente di operare sia come deumidificatore isotermico che come deumidificatore ad aria raffreddata.

Dispositivi di deumidificazione ambienti: PLEITOP 30-56/DUO 30-56

I sistemi di deumidificazione ambienti PLEITOP e PLEITOP DUO ad alte prestazioni sono stati progettati per essere utilizzati con impianti radianti di raffreddamento.

Mantengono costante l’umidità ambiente al livello desiderato, evitando la formazione di condensa sui pannelli radianti e aumentando la capacità di raffreddamento del sistema.

I dispositivi di deumidificazione ambienti sono dotati di batterie, per il raffreddamento prima e dopo il processo di deumidificazione, garantendo prestazioni ottimali e controllo della temperatura dell’aria trattata. Possono funzionare senza le batterie ad acqua durante le stagioni intermedie, ad esempio quando il sistema di refrigerazione è spento ma è comunque necessario raffreddare.

Sono dotati di una sonda limite per il controllo della temperatura dell’acqua in ingresso alla batteria, mentre la versione DUO dispone anche di un pressostato per l’alta pressione. Progettati per l’installazione a soffitto, consentono di nascondere completamente l’unità all’interno del soffitto e distribuire aria deumidificata ai locali.

Dispositivi di deumidificazione ambienti: VERSIONE PLEITOP DUO

I dispositivi di deumidificazione ambienti, versione Pleitop Duo è dotata di doppio condensatore (aria e acqua) e con la possibilità di operare sia come deumidificatore isotermico che come deumidificatore a aria raffreddata.

Dispositivi di deumidificazione ambienti: T PLUS

Il recuperatore T PLUS è un’unità di ventilazione bidirezionale progettata per garantire la deumidificazione e il ricambio dell’aria in ambienti residenziali con elevata efficienza energetica, in combinazione con sistemi di riscaldamento e raffreddamento radiante.

I dispositivi di deumidificazione ambienti a doppio flusso consente la funzione di deumidificazione anche con ricircolo dell’aria all’interno dell’edificio.

La sonda di umidità relativa integrata nell’unità consente al dispositivo di attivare automaticamente la deumidificazione, controllabile anche tramite un contatto pulito collegato alla sonda esterna del sistema di termoregolazione.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL RECUPERATORE:

• Disponibile in due dimensioni: 150-300 m³/h per la taglia 15 e 250-500 m³/h per la taglia 25;
• Installabile a soffitto;
• Ventilatori radiali con motori EC a velocità variabile (20-100%);
• Disponibile con scambiatore di calore entalpico "H" con recupero sia del calore sensibile che latente;
• Struttura esterna autoportante con pannellatura sandwich isolata termo-acusticamente;
• Circuito frigorifero con compressore (R134a);
• Filtri per l’aria di estrazione (G4), per l’aria di rinnovo (F7 a bassa perdita di carico) e per l’aria di ricircolo (G4);
• Pannello remoto per impostazioni e segnalazioni di allarme.

SMART-E 50: Unità Elettronica Di Ventilazione Meccanica Controllata

Il flusso d’aria in uscita dall’ambiente cede calore a uno scambiatore di calore ceramico rigenerativo, che lo accumula e lo restituisce al flusso in entrata durante l’inversione di ciclo, introducendo nell’ambiente nuova aria esterna riscaldata o raffrescata, riducendo al minimo il fabbisogno energetico legato al ricambio d’aria.

Il sistema è composto da una o più unità di ventilazione, che operano in modo coordinato tramite collegamento wireless in radiofrequenza.

Scopri i nostri prodotti per la ventilazione ambienti seguendo Questo link.

WT-13/22 – T-33/46: Recuperatore Di Calore Ad Alta Efficienza

Ventilazione meccanica con recuperatore di calore per singole abitazioni, installabile in VERTICALE.

Scopri questo prodotto nella Sezione dedicata!

UD-33/45: Recuperatore Di Calore Ad Alta Efficienza Per Parete

Recuperatore di calore ad alta efficienza per ventilazione meccanica controllata individuale per singole abitazioni (villa o bifamiliare), installabile a parete.

Disponibile in due dimensioni: 330 m³/h e 460 m³/h. L’unità è pronta all’uso con quadro elettrico e controllo pre-cablati a bordo macchina.

BFC1 - 2 150 – 160: Batteria Di Raffrescamento-Riscaldamento Ad Acqua

Da posizionare prima del plenum di mandata per ottenere il comfort desiderato in ambiente. La taglia 150 è compatibile con tutte le taglie WT, mentre per la U45 non è possibile utilizzare la BFC1. La taglia 160 è abbinabile solo alla serie T33-46.

Per il controllo delle batterie è necessario il controllo VP.

BE 500 150 – 160: Batteria Elettrica

Da posizionare prima del plenum di mandata per ottenere il comfort desiderato in ambiente.

Completa di: termoprotettore con riarmo automatico a 55°C, morsettiera, termoprotettore con riarmo manuale a 70°C, passacavo, pressostato di sicurezza, relè a stato solido, sonda di temperatura.

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PLEIWALL 30/DUO 30 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

PLEIWALL 30/DUO 30

PLEITOP 30-56/DUO 30-56 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

PLEITOP 30-56/DUO 30-56

T PLUS 15-25 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

T PLUS 15-25

SMART E 50 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

SMART E 50

WT 13/22 - T 33/46 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

WT 13/22 - T 33/46

UD 33/45 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

UD 33/45

BFC1 - 2 150 - 160 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

BFC1 - 2 150 - 160

BE 500 150 - 160 - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

BE 500 150 - 160

REGOLAZIONE VMC - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

REGOLAZIONE VMC

DISTRIBUZIONE VMC - Deumidificazione Ambienti e Ventilazione su Misura per Te

DISTRIBUZIONE VMC

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

PLEITOUCH - Termoregolazione

PLEITOUCH

PLEITOUCH CLIMA - Termoregolazione

PLEITOUCH CLIMA

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Kit fotovoltaici MONOFASE - Kit Fotovoltaico

Kit fotovoltaici MONOFASE

Kit fotovoltaici TRIFASE - Kit Fotovoltaico

Kit fotovoltaici TRIFASE

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Modulo FV 415W mono halfcut Black-White Solar Fabrik - Moduli

Modulo FV 415W mono halfcut Black-White Solar Fabrik

Modulo FV 430W mono N-TYPE Glass/Glass Sunova Solar - Moduli

Modulo FV 430W mono N-TYPE Glass/Glass Sunova Solar

Modulo FV 580W mono N-TYPE Glass/Glass Sunova Solar - Moduli

Modulo FV 580W mono N-TYPE Glass/Glass Sunova Solar

Modulo FV 420W mono halfcut black-white JA Solar JAM54S30 - Moduli

Modulo FV 420W mono halfcut black-white JA Solar JAM54S30

Modulo FV 550W mono halfcut Black-White Solar Fabrik - Moduli

Modulo FV 550W mono halfcut Black-White Solar Fabrik

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Inverter ibridi MONOFASE - Inverter

Inverter ibridi MONOFASE

Inverter ibridi TRIFASE - Inverter

Inverter ibridi TRIFASE

Inverter di STRINGA - Inverter

Inverter di STRINGA

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Batteria di Accumulo Monoblocco monofase Solplanet - Batterie di Accumolo

Batteria di Accumulo Monoblocco monofase Solplanet

Batteria di Accumulo Monoblocco monofase Riello Solar Tech - Batterie di Accumolo

Batteria di Accumulo Monoblocco monofase Riello Solar Tech

Batterie di Accumulo Modulari trifase Solplanet - Batterie di Accumolo

Batterie di Accumulo Modulari trifase Solplanet

Modulari trifase Riello Solar Tech - Batterie di Accumolo

Modulari trifase Riello Solar Tech

Clicca su un prodotto per scoprirne le caratteristiche

Sfoglia i cataloghi